Campagne d'informazione

Per avere sempre le informazioni corrette e le giuste istruzioni su come fare correttamente la raccolta differenziata, o su come avviene lo smaltimento e recupero dei rifiuti, ti invitiamo a seguire le campagne d’informazione realizzate e promosse da Geovest negli anni.

ABCDifferenziata Riciclare correttamente i rifiuti dalla A alla Z

Geovest continua ad informare, sensibilizzare e coinvolgere tutti gli utenti per promuovere la raccolta differenziata e le buone pratiche nella vita quotidiana per essere cittadini consapevoli e responsabili.

La nuova campagna "ABCDifferenziata Riciclare correttamente i rifiuti dalla A alla Z" rappresenta un manuale d'uso a servizio di tutti i Comuni e di tutti i cittadini realizzato per dare risposta al crescente livello di informazioni sul "dove lo metto" anche in considerazione del fatto che alcuni materiali negli ultimi anni hanno cambiato destinazione poichè sono stati "accolti" in nuove filiere (es. grucce appendiabili negli imballaggi in plastica).

Il nuovo strumento ha una doppia lettura:

  • rubricato dalla A alla Z con il destino di tutti i materiali
  • per raggruppamento di materiale contiene il COSA SI e il COSA NO rappresentato da immagini fotografiche. In questo formato sono contenuti anche i simboli dei materiali che identificano il destino degli imballaggi.

Guarda e scarica il materiale:

ABCDiffierenziata Riciclare correttamente i rifiuti dalla A alla Z

I materiali per immagini fotografiche

 

Diventa il nostro ERAEE

Iniziativa promossa da Geovest e dal Centro di Coordinamento RAEE avente lo scopo di favorire la capillarizzazione della raccolta dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) di origine domestica. Il progetto si rivolge agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado presenti sul territorio di Geovest, ha inizio il 10 dicembre 1015 e terminerà il 15 maggio 2016.

Hanno aderito 46 plessi e saranno coinvolti circa 15.000 studenti. I ragazzi dovranno raccogliere i piccoli RAEE appartenenti al raggruppamento 4 (dimesioni massime 25x25 cm) che in casa non usano più, portarli a scuola e gettarli nei contenitori dedicati.

Al termine del progetto verrà stilata una classifica delle scuole partecipanti: le scuole che, in proporzione al numero degli studenti, avranno raccolto il maggior quantitativo di piccoli RAEE (raggruppamento 4) verranno premiate con attrezzature didattiche. 

E' prevista anche la FOTO CLASSE RAEE! Ai ragazzi viene chiesto di prendere uno dei tanti piccoli elettrodomestici (quelli del raggruppamento 4) e fotografalo insieme alla sua classe in una posa insolita e pazza. Mandare la foto a info@geovest.it e quella più divertente e più green sarà premiata con un simpatico omaggio per tutta la classe!

Tutte le foto saranno pubblicate sul sito.

Leggi il volantino, l'adesivo con l'elenco dei materiali ammessi o guarda la locandina.

Il risparmio è al centro

Il Comune di Anzola dell’Emilia ha raggiunto risultati molto buoni negli ultimi anni sia sulla raccolta differenziata, raggiungendo il 70.5%, sia sulla riduzione dei rifiuti, che è il vero e importante obiettivo nella gestione, diminuendo nel 2014 del 38% la quantità di rifiuti indifferenziati.

Per questi motivi l’Amministrazione intende premiare i cittadini che hanno un comportamento virtuoso nella gestione domestica dei rifiuti riducendo la Tassa dei rifiuti e rispondendo in maniera concreta al loro impegno istituendo un progetto di premialità presso il Centro di raccolta del Comune. 

La campagna realizzata attraverso affissioni e un pieghevole è rivolta a tutte le utenze domestiche del Comune.

Vedi il pieghevole, la locandina e il manifesto.

 

Scorta lo scarto

Campagna di comunicazione che si focalizza sulle nuove modalità di conferimento del frascame, concentrandosi sull'obbligo da parte dei cittadini di portare personalmente i propri scarti di potature nei centri di raccolta.

Guarda il pieghevole della campagna.

Successivamente all'uscita della campagna sono state modificate le regole di conferimento presso i Centri di raccolta e sospeso il servizio di ritiro a domicilio delle potature.

La raccolta differenziata allunga la vita

Uno spot sulla raccolta differenziata, realizzato da ATO 4 Modena con i Gestori, in collaborazione con la Provincia di Modena, su autobus, tv locali e siti istituzionali per ricordare che La raccolta differenziata allunga la vita.
La tecnica è quella dell’animazione accelerata (oltre 500 scatti fotografici che mostrano la trasformazione della materia). Una lattina si trasforma in caffettiera, una scatola da scarpe diventa un quotidiano, una bottiglia di plastica si trasforma in felpa, un torsolo di mela in fiore. Queste le metamorfosi raccontate nello spot sulla raccolta differenziata mentre una voce fuori campo ricorda che Ciò che finisce ha sempre un nuovo inizio.
Ato4, Agenzia per i Servizi Pubblici di Modena, e i gestori del servizio ambientale Hera, Aimag, Geovest, in collaborazione la Provincia di Modena, hanno puntato su 30 secondi di spot per fare circolare un messaggio breve ma di sicuro effetto: “La raccolta differenziata allunga la vita”.
Nei mezzi di trasporto, dove sono garantiti 133.000 contatti giornalieri, particolarmente utilizzati dai cittadini stranieri, il messaggio sarà tradotto in diverse lingue: inglese, arabo, cinese, russo e rumeno.
L’attività di Ato, di integrazione degli interventi e di razionalizzazione delle risorse, procede di pari passo con la necessità di comunicare in modo efficace e continuativo con i cittadini/utenti. E’ in questa ottica che nasce la campagna La differenziata allunga la vita che, ricordano i promotori, è in assoluto la prima iniziativa di comunicazione che vede impegnate tutte le Istituzioni del territorio e tutti i Gestori del servizio di igiene ambientale.

Guida al compostaggio domestico


Perchè attivare il compostaggio
La maggior parte dei rifiuti (circa il 30-40% in peso) è costituita da materiali organici.
Quando portiamo in discarica o all'inceneritore un rifiuto organico diamo vita ad un elemento anomalo rispetto al ciclo naturale. Il compostaggio invece, con la successiva formazione di humus, rimedia a questa anomalia restituendo al terreno ciò che è stato generato in altra forma. I vantaggi ottenuti, oltre che ambientali, sono anche economici: utilizzare il prodotto che ne deriva riduce la necessità di acquistare terricci e torbe. Il compost si può produrre con ottimi risultati anche in ambiti ridotti e non specializzati, come il giardino o l'orto di casa.
Se effettuato correttamente il compostaggio non causa esalazioni maleodoranti e non attira animali indesiderati.
Infatti, il principio fondamentale che lo attiva è la presenza di ossigeno; la trasformazione si realizza a contatto con l'aria (ad opera di batteri aerobici) e con un aumento della temperatura (sino a 40° - 60° C).

Pieno di energia

Il Pieno di Energie è un programma radiofonico di informazione curato da Geovest all'interno del quale sono stati affrontati importanti temi di attualità nel campo ambientale e del risparmio energetico.
Il contributo di esperti in tematiche ambientali ne ha valorizzato i contenuti e ne ha reso interessante l'ascolto!

Centro di Raccolta: scopri la tua natura migliore


Rifiutiamo l’abbandono
Quella dei rifiuti, non smetteremo mai di ripeterlo, è una questione che si può affrontare solo collaborando. Nei nostri comuni la raccolta differenziata va bene, ma abbiamo un problema: l’abbandono dei rifiuti ingombranti.
Per risolverlo abbiamo creato i Centri di Raccolta. Se dovete liberarvi di un vecchio materasso, di un frigorifero e così via, dovete portarli nei CdR. Ce n’è una a portata di mano vicino a casa vostra.
Uno spazio di rigenerazione
Il Centro di Raccolta è uno spazio recitanto e custodito organizzato in grandi aree separate per i vari tipi di rifiuto ingombrante. Alcuni rifiuti sono ritirati da consorzi specializzati nel recupero delle materie prime.

Fare una partenza intelligente


IL PERCORSO IDEALE
Le Stazioni Ecologiche Attrezzate non sono alternative alla raccolta differenziata ma un passo in più verso uno smaltimento razionale e conveniente dei rifiuti. Il percorso ideale comincia casa vostra dove potete differenziare carta, vetro, plastica, organico, lattine e altri rifiuti. Prosegue con i cassonetti ben differenziati per tipologie e continua nelle SEA per tutti gli ingombranti e altri rifiuti particolari.
Accedi al tuo comune e scopri tutto sulla SEA del tuo territorio!

Rifiuti organici: la raccolta che nutre la natura

Dopo il consumo c’è vita!

Il compostaggio è una tecnica attraverso la quale viene controllato, accelerato e migliorato il processo naturale a cui va incontro qualsiasi sostanza organica per effetto della flora microbica naturalmente presente nell'ambiente. Si tratta di un "processo aerobico di decomposizione biologica della sostanza organica che avviene in condizioni controllate (Keener et al., 1993) che permette di ottenere un prodotto biologicamente stabile in cui la componente organica presenta un elevato grado di evoluzione"; la ricchezza in humus, in flora microbica attiva e in microelementi fa del compost un ottimo prodotto, adatto ai più svariati impieghi agronomici, dal florovivaismo alle colture praticate in pieno campo.
Ringraziamo chi fa attivamente la raccolta dell’organico per la sensibilità ambientale e per il desiderio di vivere in un mondo pulito; a chi ancora non la fa vogliamo ricordare quanto sia facile essere migliori.

Come si fa la raccolta
Fare la raccolta differenziata dell’umido significa separare i rifiuti organici, inserirli nei cassonetti dedicati per poterli infine avviare ai Centri di Compostaggio. Il cassonetto dell’organico è chiuso a chiave (puoi ritirare la tua presso l’Urp del Comune) per salvaguardare la qualità del compost impedendo l’inserimento di altri rifiuti.

Cosa puoi raccogliere
Prima cosa: usa il bidone e i sacchetti speciali forniti dal Comune (sono gratuiti e reperibili presso l’Urp).
In casa: la parte di scarti organici che hanno origini vegetali o animali: bucce di frutta e verdura, avanzi di carne, di pesce o di pasta, fondi di caffè e bustine di tè, gusci d’uovo, pane, formaggi e simili.
Negli orti e nei giardini: sfalci di potature, erba e foglie, preferibilmente frammentati e introdotti nel cossonetto. Oppure, se in quantità rilevanti, consegnati nella SEA (stazione ecologica attrezzata) del tuo Comune.

Getta e usa

Con 25 bottiglie di PLASTICA si ottiene un maglione ecologico o il guscio di una valigia; con 30 un'intera tuta da ginnastica. Con gli scarti di cobo si ottiene il COMPOST, un prodotto in grado di restituire fertilità ai suoli coltivati. I sette milioni di caffettiere prodotte in Italia sono fatte di ALLUMINIO riciclato: servono 37 lattine per fare una caffettiera. Con 130 lattine si costruisce un monopattino e con 800 una bicicletta completa di accessori. Quasi il 90 % dei giornali italiani sono stampati su CARTA riciclata. Molti indumenti tecnologici per lo sport e la moda sono interamente confezionati con materiali buttati nella pattumiera. E la lista continua: padelle, rubinetti, caloriferi, mobili, giochi per bambini, letti, panchine, lampioni.

LA CULTURA DEL RICICLO E' UNA FIDUCIA CREATIVA CHE INIZIA NELLE NOSTRE CASE UNA BUONA PRATICA PER CAMBIARE, IN MEGLIO MOLTE COSE.

Scopri anche


Contatti

Via dell'Oasi, 373 Località Beni Comunali Crevalcore (Bo) 40014