Contesto normativo

Il Decreto legislativo 03 aprile 2006 n.152 e ss.mm.ii, il cui obbiettivo è quello di regolare, sotto forma di testo unico, tutte le tematiche di natura ambientale e del ciclo idrico, si muove all'interno delle Direttive Comunitarie di settore e prosegue il percorso avviato dal Decreto Legislativo 5 febbraio 1997 n.22 (“Decreto Ronchi”) stabilendo che la gestione dei rifiuti costituisce un’attività di pubblico interesse ed esiste una precisa gerarchia per il trattamento.
Si opera per un’elevata protezione dell’ambiente e controlli efficaci, tenendo conto della specificità dei rifiuti pericolosi e preservando le risorse naturali.
E’ all’interno di questi vincoli e orientamenti che Geovest svolge la sua attività.
La regione Emilia-Romagna, relativamente al sistema di regolazione e organizzazione territoriale per l’esercizio associato delle funzioni pubbliche (relative al Servizio Idrico Integrato e al Servizio di Gestione dei Rifiuti Urbani, con l’emanazione della legge Regionale n.23 del 23 dicembre 2011),ha adempiuto alle prescrizioni della L. 191/2009, prevedendo l’individuazione di un unico Ambito territoriale ottimale che comprende l’intero territorio regionale.
Le funzioni delle superate Agenzie provinciali sono state riattribuite ad un nuovo organismo pubblico dotato di autonomia amministrativa, contabile e tecnica, ovvero l’Agenzia Territoriale dell’Emilia-Romagna per i Servizi Idrici e Rifiuti (ATERSIR).
Geovest, sempre attenta nel rispetto del cliente e dell’ambiente, si confronta costantemente con essa per le attività di monitoraggio e valutazione in termini di qualità ed entità del servizio reso, in rapporto ai costi e alle tariffe dell’utenza.
In seguito alla parziale privatizzazione della società con l'ingresso nella compagine societaria del socio privato, Geovest è concessionaria del servizio di gestione dei rifiuti urbani fino al 2031.

Scopri anche


Contatti

Via dell'Oasi, 373 Località Beni Comunali Crevalcore (Bo) 40014