News

In questa sezione puoi trovare una mappa sempre aggiornata di tutto quello che accade in Geovest: comunicati stampa, news aggiornate, fotografie e tutte quelle informazioni che riguardano il suo operato.

Ultime novità

14
nov
Scadenza Tassa Rifiuti anno 2017

Si ricorda la scadenza della seconda rata o rata conguaglio per la Tassa Rifiuti anno 2017 dei seguenti Comuni...

Leggi Tutto

Si ricorda la scadenza della seconda rata o rata conguaglio per la Tassa Rifiuti anno 2017 dei seguenti Comuni:

Ravarino  conguaglio 2017 scadenza 15/11/17

Nonantola  conguaglio 2017 scadenza 30/11/17

Anzola dell'Emilia  seconda rata 2017 scadenza 30/11/17

Sant'Agata Bolognese  secondo semestre 2017 scadenza 30/11/17

San Giovanni in Persiceto  seconda rata 2017 scadenza 29/12/17

Il pagamento deve essere effettuato tramite il modulo F24.

Chiudi articolo

14
nov
TARI CONTEGGIATA IN MANIERA CORRETTA!

Nei Comuni di Anzola dell’Emilia, Nonantola, Ravarino, San Giovanni in Persiceto e Sant’Agata Bolo...

Leggi Tutto

Nei Comuni di Anzola dell’Emilia, Nonantola, Ravarino, San Giovanni in Persiceto e Sant’Agata Bolognese nei quali Geovest gestisce direttamente la Tassa Rifiuti (Ta.Ri), il conteggio dell’importo dovuto risulta ad oggi corretto perché effettuato nel rispetto della normativa, anche regolamentare, vigente.

Secondo quanto stabilito dal Regolamento Comunale, la parte variabile della TARI, computata al numero degli abitanti dell’immobile domestico, viene applicata una sola volta anche in presenza di pertinenze subordinate all’immobile principale (cantine e garage), come è evidenziato nel retro dell’avviso inviato al contribuente/utente e di cui riportiamo un fac simile:

 

Chiudi articolo

02
nov
Tutti i dati 2016 nel Rapporto Rifiuti dell’Ispra

Rifiuti urbani di nuovo in crescita in ItaliaRaddoppiata in dieci anni la raccolta differenziata in Italia: da...

Leggi Tutto

Rifiuti urbani di nuovo in crescita in Italia

Raddoppiata in dieci anni la raccolta differenziata in Italia: dal 25,8% del 2006 si è passati al 52,5% nel 2016 (+5% rispetto al 2015), anche se il Paese rimane in ritardo rispetto all’obiettivo fissato per il 2012 (65%). Torna a crescere la produzione nazionale di rifiuti urbani nel 2016 dopo cinque anni di progressiva riduzione. Il dato è in linea con l’andamento degli indicatori soci-economici, sia nella spesa per consumi finali (+1,5%) sia del Pil (tra +1,7% e +0,9%). Tra le tipologie più raccolte, l’umido è la frazione maggiore (41,2% della raccolta differenziata) ed è quella che cresce di più (+7,3%) rispetto all’anno precedente, assieme al vetro (+6%) e ai Raee, i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (+5,3%). Nel 2016 si rilevano 15 discariche in meno rispetto all’anno precedente. Uno studio dell’Ispra condotto su un campione di comuni che applicano il sistema di tariffazione puntuale, cosiddetto Pay-As-You-Throw, mostra che, in generale, il costo totale medio pro capite a carico del cittadino è inferiore rispetto ai comuni a Tari normalizzata.

Sono alcuni dei dati contenuti nella XIX edizione del Rapporto Rifiuti urbani dell’ISPRA, report che ogni anno fornisce il quadro dettagliato e aggiornato sulla produzione, raccolta differenziata, gestione dei rifiuti urbani a livello nazionale, regionale e provinciale nonché degli imballaggi e dei rifiuti di imballaggio, e dell’import/export.

La versione integrale e l’estratto del Rapporto Rifiuti ed. 2017 sono disponibili sul sito www.isprambiente.gov.it. E’ possibile consultare tutti i dati sui rifiuti urbani in Italia a livello, regionale, provinciale e comunale sul sito http://www.catasto-rifiuti.isprambiente.it.

Chiudi articolo

05
ott
La Regione approva le linee guida dei Centri Comunali del Riuso

Elettrodomestici, vestiti, giocattoli usati, non sempre buttarli è l’unica scelta perché q...

Leggi Tutto

Elettrodomestici, vestiti, giocattoli usati, non sempre buttarli è l’unica scelta perché quello che non ci serve più può essere utile ad altri, allungando così il ciclo di vita, con vantaggi per l’economia e per l’ambiente.

Servono a questo i Centri per il riuso: spazi attrezzati - sostenuti dalla Regione - dove esporre e scambiare beni usati, aperti a tutti. In Emilia-Romagna sono già 28 - altri 12 stanno per arrivare - e da oggi per i cittadini sarà più facile accedere grazie a regole più semplici per la consegna ed il ritiro dei beni.

E’ di questi giorni, infatti, l’approvazione delle Linee guida dei centri comunali del riuso (delibera 1382/2017) aggiornate dopo aver ascoltato proposte e esigenze di Comuni e gestori dei centri nel corso di un percorso partecipato che si è svolto nei mesi scorsi. Hanno preso parte all’attività oltre 80 amministratori comunali, 61 rappresentanti di società di gestione del servizio rifiuti attive sul territorio regionale, 34 esponenti di associazioni sindacali, ambientaliste e di categoria.

Cosa cambia 

Tra le novità dunque la semplificazione di moduli e modalità di accesso ai centri: dopo una prima registrazione, per tutte le visite successive basterà il riconoscimento da parte del personale. Per i gestori dei centri, invece, è stata prevista la possibilità di quantificare i beni in modo uniforme con l’introduzione di pesi standard, così come quella di effettuare piccole manutenzioni di parti elettriche ed elettroniche se contemplato nel regolamento della struttura. Inoltre, sarà possibile utilizzare i centri come spazi educativi dove realizzare iniziative per valorizzare il riuso dei beni. 

Sono state approvate anche le Linee guida per i Centri del riuso non comunali, cioè gestiti da enti o associazioni privati, ed è stato istituito uno specifico elenco a cui possono iscriversi quelli conformi che si aggiunge a quanto già realizzato per i Centri comunali. 

Le linee guida disciplinano il funzionamento dei centri comunali del riuso con le finalità di:

  • ridurre la produzione di rifiuti da inviare a trattamento o smaltimento;
  • favorire il riuso di materiali ed oggetti ancora riutilizzabili prolungandone il ciclo di vita;
  • creare una struttura di sostegno per fasce sensibili della popolazione, rendendo disponibili beni usati ancora in condizioni di essere efficacemente utilizzati per gli usi, gli scopi e le finalità originari;
  • creare opportunità di lavoro per persone disoccupate, disabili o svantaggiate;
  • favorire una sinergia tra i centri del riuso ed i centri di raccolta dei rifiuti urbani ed assimilati.

Chiudi articolo

03
ott
STRATEGIA NAZIONALE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE

Il 2 ottobre scorso il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti...

Leggi Tutto

Il 2 ottobre scorso il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti, ha approvato la Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile

La Strategia prende le mosse dall’aggiornamento della precedente “Strategia d’azione ambientale per lo sviluppo sostenibile in Italia 2002-2010", ma ne amplia la prospettiva, facendo proprio il messaggio e i contenuti dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, adottata nel 2015 alle Nazioni Unite a livello di Capi di Stato e di Governo, in linea con l’Accordo raggiunto nel 2015 in occasione della “Conferenza delle Parti” di Parigi sul contrasto ai cambiamenti climatici.

Il documento, frutto di un lungo processo di consultazione e di lavoro condiviso con le amministrazioni centrali, le Regioni, la società civile, il mondo della ricerca e della conoscenza, intende offrire un quadro di riferimento comune al Paese su una visione di sviluppo orientata alla sostenibilità. Individua per questo cinque aree di intervento: Persone, Pianeta, Prosperità, Pace, Partnership. “Le cinque ‘P’ su cui è strutturata questa Strategia e rispetto alle quali ora verranno individuati target e conseguenti azioni di monitoraggio - spiega il ministro – richiamano alla profonda interrelazione tra dinamiche economiche, crescita sociale e qualità ambientale. Il documento fissa tra i perni dello sviluppo futuro la centralità della persona con il contrasto a povertà ed esclusione, come anche la salute del Pianeta che passa dalla tutela delle risorse naturali, a partire dal territorio e dall’acqua.”.

L’approvazione della Strategia rappresenta il primo passo per declinare e calibrare gli obiettivi dell’Agenda 2030 nell’ambito della propria programmazione economica, sociale e ambientale. A questa approvazione seguirà una seconda fase, coordinata dalla Presidenza del Consiglio, per la definizione e quantificazione degli obiettivi da associare agli obiettivi di sviluppo sostenibile che la Strategia stabilisce, nonché l’individuazione di metodi condivisi per il loro monitoraggio e per la valutazione del contributo delle politiche attuali e future al loro raggiungimento.

Maggiori approfondimenti sul sito del Ministero dell'Ambiente.

 

Chiudi articolo

08
set
La raccolta differenziata parla tante lingue

Geovest in collaborazione con le Amministrazioni Comunali, ha creato uno strumento chiaro ed efficace per comu...

Leggi Tutto

Geovest in collaborazione con le Amministrazioni Comunali, ha creato uno strumento chiaro ed efficace per comunicare le regole del servizio.

l’informativa “le regole del servizio” in lingua per agevolare la comprensione e l’attenzione al tema dei rifiuti.

Chiudi articolo

30
ago
Orario Numero Verde da settembre

Si avvisano gli utenti che dal 1 settembre il Numero Verde riprenderà l’orario ordinario:il luned...

Leggi Tutto

Si avvisano gli utenti che dal 1 settembre il Numero Verde riprenderà l’orario ordinario:

il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.45 alle 12.45

il martedì e giovedì dalle 8.45 alle 12.45 e dalle 14.00 alle 16.30

il sabato dalle  8.45 alle 12.45 (solo per segnalare mancate raccolte)

 

Chiudi articolo

07
ago
Orario Estivo Numero Verde

Si avvisano gli utenti che per il periodo estivo il Numero Verde seguirà il seguente orario:dal luned&i...

Leggi Tutto

Si avvisano gli utenti che per il periodo estivo il Numero Verde seguirà il seguente orario:

dal lunedì al venerdì dalle 8.45 alle 12.45

il sabato dalle  8.45 alle 12.45 (solo per segnalare mancate raccolte)

 

Chiudi articolo

03
ago
Pubblicati i nuovi percorsi di educazione ambientale per le scuole

Riparte per l’anno scolastico 2017/2018 una ricca offerta formativa promossa gratuitamente da Geovest al...

Leggi Tutto

Riparte per l’anno scolastico 2017/2018 una ricca offerta formativa promossa gratuitamente da Geovest alle Scuole Primarie e Secondarie di Primo Grado.

Maggiori approfondimenti nella sezione Geovest per le scuole.

Chiudi articolo

28
lug
Chiusura degli sportelli Ta.Ri. nel periodo estivo

Si avvisano i gentili utenti  che durante il periodo estivo gli sportelli della Ta.Ri. presso i Comuni os...

Leggi Tutto

Si avvisano i gentili utenti  che durante il periodo estivo gli sportelli della Ta.Ri. presso i Comuni osserveranno queste chiusure:

  • lunedì 14 agosto 2017 lo sportello di San Giovanni in Persiceto sarà chiuso
  • venerdì 25 agosto 2017 lo sportello di San Matteo della Decima sarà chiuso
  • sabato 26 agosto 2017 lo sportello di Anzola dell’Emilia sarà chiuso
  • sabato 2 settembre 2017 lo sportello di Nonantola sarà chiuso

 

Chiudi articolo

27
lug
Organico: vademecum per la raccolta fatta bene, anche d'estate

Con l’arrivo dell’estate può sembrare più difficile fare la raccolta differenziata: ...

Leggi Tutto

Con l’arrivo dell’estate può sembrare più difficile fare la raccolta differenziata: con il caldo aumenta il rischio di cattivi odori e andando in vacanza, spostandosi dalla località di residenza a quella di villeggiatura, possono variare le modalità di raccolta dei rifiuti. Per questo il Consorzio Italiano Compostatori (Cic) fornisce 10 consigli per riciclare correttamente l’organico: dal sacchetto giusto ai modi per utilizzare il compost, passando per le ricette “salva-avanzi”.

“Durante la stagione calda occorre prestare ancora maggior attenzione alla raccolta differenziata dei rifiuti, dato che le temperature elevate possono provocare alcune criticità, come i cattivi odori - spiega Massimo Centemero, direttore del Cic - L’Italia sta lavorando molto bene per sviluppare una filiera virtuosa del recupero del rifiuto organico e i cittadini stanno dimostrando sempre più attenzione nei confronti del tema della raccolta differenziata: nel 2015 sono state raccolte 4 milioni di tonnellate di umido, pari a circa 66 kg per abitante per anno, e oltre 2 milioni di tonnellate di verde, pari a ca. 34 kg/ab/a”.

Ecco quindi i 10 consigli del consorzio, a partire dal sacco giusto. Per un corretto trattamento dei rifiuti organici è infatti necessario utilizzare i sacchetti in materiale biodegradabile e compostabile certificati a norma Uni En 13432 in carta o in bioplastica. Per riconoscerli, basta controllare se riporta le scritte “biodegradabile e compostabile”, quella dello standard europeo Uni En 13432:2002 e il marchio di un ente come il Cic. No a buste di plastica tradizionale che per legge non posso essere utilizzate per l'organico.

Contenitore aerato. Per evitare cattivi odori è necessario associare al sacchetto compostabile un contenitore areato e traforato: l’uso congiunto permette l’evaporazione della condensa e di conseguenza la riduzione del volume del rifiuto umido, con una perdita del peso fino al 15%, e degli odori. Grazie all’aerazione i rifiuti non fermentano, si evita la formazione di liquidi e aumenta la resistenza dei sacchi compostabili in quanto si mantengono sempre asciutti all’interno del secchiello.

Come buttare l’umido. Prima di gettare i rifiuti organici nel sacchetto, si consiglia di sgocciolarli e di non pressarli: meglio ridurre a pezzetti quelli più voluminosi. Cosa buttare nell’umido: tutti gli scarti di preparazione dei cibi, sia di tipo vegetale che animale, i resti di cibo secco degli animali domestici, i fiori appassiti o morti che possono rientrare nel processo di compostaggio, tornare alla terra e contribuire a nuove fioriture, il sughero che è un materiale naturale e biodegradabile (quindi anche i tappi in sughero). No a vetro, metallo, plastica, lattine. Scarti di legname trattato o verniciato non sono idonei al compostaggio.

Cosa si ottiene differenziando l’organico. Una volta avviati negli impianti di compostaggio, questi rifiuti si trasformano in compost, un fertilizzante naturale che può essere utilizzato per restituire sostanza organica alla terra. L’ultima frontiera del settore della valorizzazione del rifiuto organico è rappresentata dal biometano, biocarburante che può essere impiegato in sostituzione dei carburanti fossili e che contribuisce a rispondere in modo ancora più efficiente ai principi dell’economia circolare.

Come usare il compost. Il compost può essere utilizzato nell’orto, per una concimazione di fondo che favorisca un buon nutrimento per le piante. Le dosi consigliate dal Cic sono di 2/3 kg a mq: è necessario distribuire il compost sul terreno e interrarlo con una vanga nei primi 10-15 cm. Può essere impiegato anche come fertilizzante per piantare alberi e arbusti nonché per la pacciamatura: permette il controllo della crescita delle erbe infestanti, favorisce il mantenimento di una giusta umidità del terreno e il reintegro di sostanza organica.

Meno rifiuti. Per evitare di produrre rifiuti in eccesso, in estate bisogna fare particolarmente attenzione al cibo: il caldo può accelerarne il deterioramento, soprattutto nel caso di frutta e verdura. Si consiglia di mettere gli alimenti che vanno conservati a temperatura ambiente in luoghi freschi e al riparo dal sole.

Zero sprechi in cucina. Stesso discorso per gli avanzi: prima di gettarli nell’umido meglio chiedersi come riutilizzarli. La frutta avanzata o troppo matura può essere utilizzata in ottime macedonie, mentre piccole quantità avanzate di verdura possono essere mischiate in una ricca insalata. I pomodori che cominciano a fare le rughe possono essere seccati in forno, oppure al sole, cosparsi di olio ed erbe e poi conservati poi in un barattolo coperti di olio.

Informarsi sulle modalità di raccolta. Spostandosi dalla località di residenza a quella di villeggiatura, possono variare le modalità di raccolta dei rifiuti. In questo caso è utile informarsi dal locatore o contattare il comune o l’azienda di igiene urbana locale per essere informati sulle modalità di raccolta o sui giorni di passaggio dei mezzi.

I marchi di certificazione del Cic. In Italia dal 2003 è attivo un programma di verifica volontaria della qualità del compost, realizzato dal Consorzio Italiano Compostatori che ha creato due marchi, uno per il compost e l’altro per i manufatti compostabili. L’obiettivo dei marchi è quello di rendere identificabili i prodotti che rispondono a requisiti di qualità fissati. Così il marchio fornisce al produttore un valore aggiunto per il compost e inoltre garantisce trasparenza, affidabilità e qualità agli utilizzatori finali, per un’impronta ecologica più leggera e sicura.

 

Chiudi articolo

21
lug
Chiusura dello sportello TARI di Ravarino

Si avvisano i gentili utenti che nella giornata di martedì 25.07.2017 l'Ufficio di Geovest chiuder&agra...

Leggi Tutto

Si avvisano i gentili utenti che nella giornata di martedì 25.07.2017 l'Ufficio di Geovest chiuderà alle ore 12.00.

In caso di necessità gli utenti potranno rivolgersi agli uffici della sede di Crevalcore in Via dell’Oasi, 373 – 40014 Loc. Beni Comunali - Crevalcore (Bo) 

Numero Verde 800 276650 | Fax 051 981714 | e-mail: servizio.utenze@geovest.it 

Chiudi articolo

17
lug
ISPRA pubblica il Rapporto Rifiuti Speciali 2017

Cresce la produzione di rifiuti speciali, responsabile soprattutto il settore delle costruzioni e demolizioni....

Leggi Tutto

Cresce la produzione di rifiuti speciali, responsabile soprattutto il settore delle costruzioni e demolizioni. Si conferisce meno in discarica. Più rifiuti destinati al recupero di materia.

Rifiuti speciali, aumenta nel 2015 la produzione nazionale (+2,4% rispetto al 2014) e si attesta a poco più di 132,4 milioni di tonnellate.

I rifiuti speciali non pericolosi segnano un +2,3% (pari a oltre 2,8 milioni di tonnellate) mentre i rifiuti speciali pericolosi crescono del 3,4%, pari a 300 mila tonnellate. A incidere maggiormente sull’aumento della produzione, sono i rifiuti speciali non pericolosi del settore delle costruzioni e demolizioni (43,9%) mentre il contributo più significativo alla produzione di rifiuti speciali pericolosi è determinato dal settore manifatturiero (39,2% del totale), corrispondente a quasi 3,6 milioni di tonnellate.

Si tratta di dati contenuti nella sedicesima edizione del Rapporto Rifiuti Speciali dell’ISPRA, pubblicazione che ogni anno fornisce il quadro dettagliato e aggiornato sulla produzione e gestione dei rifiuti speciali in Italia.

Maggiori approfondimenti sul sito di ISPRA

 

Chiudi articolo

13
lug
Arpae rende disponibili i dati a livello comunale sulla gestione dei rifiuti urbani

Arpae Emilia Romagna ha reso disponibili i dati definitivi, a scala comunale e provinciale relativi a produzio...

Leggi Tutto

Arpae Emilia Romagna ha reso disponibili i dati definitivi, a scala comunale e provinciale relativi a produzione e gestione dei rifiuti urbani nell´anno 2016.

Nel bacino di Geovest si vanno consolidando i dati degli ultimi anni che rappresentano le ottime performance dei comuni che hanno avviato i servizi domiciliari di raccolta dei rifiuti.

Significativi aumenti della raccolta differenziata li registrano i Comuni di Argelato (+ 11%), Calderara di Reno (+14%), Castel Maggiore (+7%), Sala Bolognese (+11%) e Sant’Agata Bolognese (+6%) frutto delle recenti attivazioni di cui si vedranno i risultati anche per i Comuni dell’area modenese che hanno attivato nel corso del 2017 i servizi domiciliari.

Provincia di Bologna

Provincia di Modena

Maggiori approfondimenti sul sito di Arpae Emilia Romagna.

Chiudi articolo

15
giu
Variazione orario sportello TaRi di Sant'Agata Bolognese

Si rende noto ai gentili utenti che a partire dal giorno 16 luglio lo sportello TaRi del Comune di Sant'Agata ...

Leggi Tutto

Si rende noto ai gentili utenti che a partire dal giorno 16 luglio lo sportello TaRi del Comune di Sant'Agata Bolognese osserverà i seguenti orari di apertura:

  • martedì e giovedì dalle 9.00 alle 13.00

Chiudi articolo

12
giu
Chiusura dei Centri di Raccolta

Con la presente rendiamo noto che il giorno 14 giugno è stata indetta Assemblea Sindacale per i lavorat...

Leggi Tutto

Con la presente rendiamo noto che il giorno 14 giugno è stata indetta Assemblea Sindacale per i lavoratori di Geovest.

I Centri di Raccolta aperti per turno potrebbero chiudere anticipatamente alle ore 10.30 fino a fine turno mattutino (nel pomeriggio rispetteranno l’orario di turno).

Sono interessati i Centri di Raccolta di:

  • CASTEL MAGGIORE
  • CREVALCORE
  • SALA BOLOGNESE

Chiudi articolo

17
mag
Chiusura degli sportelli Ta.ri di Nonantola e Sant'Agata Bolognese

Si informano gli utenti che nella giornata di sabato 3 giugno 2017 gli sportelli della Ta.Ri resteranno chiusi...

Leggi Tutto

Si informano gli utenti che nella giornata di sabato 3 giugno 2017 gli sportelli della Ta.Ri resteranno chiusi.

Chiudi articolo

24
apr
Chiusura dello sportello Tari di San Giovanni in Persiceto

Informiamo gli utenti che il giorno mercoledì 3 maggio lo sportello della Tari effettuerà la chi...

Leggi Tutto

Informiamo gli utenti che il giorno mercoledì 3 maggio lo sportello della Tari effettuerà la chiusura anticipata alle ore 10.30 per la partecipazione ad un corso di formazione.

Chiudi articolo

24
apr
Pubblicato l'annuale Report di Arpae, la gestione dei rifiuti in Emilia Romagna

Disponibile il rapporto che riporta i dati di produzione e gestione in regione dei rifiuti urbani (dati 2015) ...

Leggi Tutto

Disponibile il rapporto che riporta i dati di produzione e gestione in regione dei rifiuti urbani (dati 2015) e speciali (dati 2014). L'Emilia Romagna è tra le prime Regioni in Italia per la raccolta differenziata, e sta raggiungendo traguardi anche in tema di prevenzione alla produzione e riciclagio.

Questa la fotografia dell'annuale report, redatto da Arpae e Regione, riferito al 2015.

Vai al sito di Arpae

Scarica il Report rifiuti 2016

 

Chiudi articolo

20
apr
Chiusura del Centro di Raccolta di Anzola dell'Emilia

Il Centro di Raccolta di Anzola dell'Emilia sarà chiuso nelle seguenti date:21/04/1728/04/175/05/1712/0...

Leggi Tutto

Il Centro di Raccolta di Anzola dell'Emilia sarà chiuso nelle seguenti date:

  • 21/04/17
  • 28/04/17
  • 5/05/17
  • 12/05/17

a causa della partecipazione al Corso di Formazione per Operatori addetti ai Centri di Raccolta ex D.M. 8/04/2008.

 

Chiudi articolo

07
apr
Chiusura dei Centri di Raccolta

Con la presente rendiamo noto che il giorno 11 aprile è stata indetta Assemblea Sindacale per i lavorat...

Leggi Tutto

Con la presente rendiamo noto che il giorno 11 aprile è stata indetta Assemblea Sindacale per i lavoratori di Geovest.

I Centri di Raccolta aperti per turno potrebbero chiudere anticipatamente alle ore 10.30 fino a fine turno mattutino (nel pomeriggio rispetteranno l’orario di turno).

Sono interessati i Centri di Raccolta di:

  • ANZOLA DELL’EMILIA
  • ARGELATO F.lli CHIARINI
  • CASTEL MAGGIORE
  • CREVALCORE
  • SAN MATTEO DELLA DECIMA
  • SANT’AGATA BOLOGNESE
  • SALA BOLOGNESE

Chiudi articolo

06
apr
Al bacino di Geovest restituiti oltre 500.000 euro di incentivi del Fondo per i comuni virtuosi

Avere continuato a ridurre la quantità di rifiuti non inviati al recupero del 15%, passando da 194 kg/a...

Leggi Tutto

Avere continuato a ridurre la quantità di rifiuti non inviati al recupero del 15%, passando da 194 kg/abitante nel 2015 a 166 kg nel 2016, ha prodotto la restituzione di 517.319 euro per i comuni del bacino di Geovest delle provincie di Bologna e Modena.

La Legge Regionale n. 16 del 5 ottobre 2015, che detta le disposizioni a sostegno dell'economia circolare, della riduzione della produzione dei rifiuti urbani, del riuso dei beni a fine vita, della raccolta differenziata, ha infatti istituito un Fondo d'ambito di incentivazione alla prevenzione e riduzione dei rifiuti che per l’anno 2017 è pari a oltre 4.258.000 euro in Emilia Romagna. Il contributo è da ripartirsi tra i comuni che hanno prodotto quantitativi di rifiuti procapite (per abitante equivalente) non inviati a riciclaggio, inferiori al 70 per cento della media regionale, per diminuire i costi del servizio di igiene urbana sostenuti dal Gestore.

Si tratta di un risultato molto importante perché Geovest rappresenta nel territorio delle due provincie di Bologna e Modena solo il 9% degli abitanti equivalenti, ma ha ricevuto il 26% del Fondo destinato ai comuni virtuosi grazie agli importanti risultati sulla raccolta differenziata. Nel 2016 infatti il nostro bacino chiude con un aumento di 5 punti e arriva al 70,7% di raccolta differenziata” fa sapere Geovest. “Questo ci conforta ma soprattutto aumenta la consapevolezza che i progetti di raccolta domiciliare attuati sui nostri comuni vadano nella direzione giusta: quella stabilita nella finalità della successiva legge regionale e cioè di minimizzazione della produzione dei rifiuti, di massima differenziazione dei rifiuti ai fini del loro riciclaggio e di migliore qualità delle frazioni raccolte. Siamo consapevoli che occorra proseguire in questo cammino perché è l’unico che, stabilendo equità, garantisce il risparmio di nuove risorse” conclude il Direttore Generale Enrico Dotti.

 

Chiudi articolo

28
mar
Ravarino: prosegue la consegna dei contenitori per la raccolta differenziata

I cittadini che non avessero ancora ritirato i contenitori per il nuovo servizio di raccolta delle localit&agr...

Leggi Tutto

I cittadini che non avessero ancora ritirato i contenitori per il nuovo servizio di raccolta delle località di Rami e Ravarino, potranno recarsi presso il Circolo Arci di via Maestra 175 a Ravarino nelle giornate di:

  • venerdì 7 aprile dalle ore 13.30 alle ore 17.30
  • sabato 8 aprile dalle ore 9.00 alle ore 16.00

Nel caso in cui gli utenti siano impossibilitati a recarsi ai piunti di distribuzione in queste date, potranno ritirare il kit presso il Centro di Raccolta a partire da lunedì 10 aprile presentando la lettera ricevuta a casa.

Chiudi articolo

14
mar
Chiusura dei Centri di Raccolta

Con la presente rendiamo noto che il giorno 21 marzo è stata indetta Assemblea Sindacale per i lavorato...

Leggi Tutto

Con la presente rendiamo noto che il giorno 21 marzo è stata indetta Assemblea Sindacale per i lavoratori di Geovest addetti al presidio dei Centri di Raccolta.

I Centri di Raccolta aperti per turno potrebbero chiudere anticipatamente alle ore 10.30 fino a fine turno mattutino (nel pomeriggio rispetteranno l’orario di turno).

Sono interessati i Centri di Raccolta di:

  • ANZOLA DELL’EMILIA
  • ARGELATO F.lli CHIARINI
  • CASTEL MAGGIORE
  • CREVALCORE
  • SAN MATTEO DELLA DECIMA
  • SANT’AGATA BOLOGNESE
  • SALA BOLOGNESE

 

Chiudi articolo

24
feb
Cambiano gli orari dei centri di raccolta

I Centri di raccolta si rinnovano e per dare un servizio di maggior qualità modificano gli orari di ape...

Leggi Tutto

I Centri di raccolta si rinnovano e per dare un servizio di maggior qualità modificano gli orari di apertura al pubblico.

A partire da lunedì 27/02/2017 si adeguano ai nuovi orari di apertura questi Centri di Raccolta:

  • CALDERARA DI RENO, VIA ARMAROLI
  • CALDERARA DI RENO, VIA FINELLI
  • FINALE EMILIA, CAPOLUOGO
  • FINALE EMILIA, MASSA FINALESE
  • NONANTOLA

Successivamente, a partire da lunedì 6/03/2017 anche i seguenti Centri di Raccolta varieranno l’orario di apertura:

  • ANZOLA DELL’EMILIA
  • CASTEL MAGGIORE
  • CREVALCORE
  • SALA BOLOGNESE
  • SAN GIOVANNI IN PERSICETO, CAPOLUOGO
  • SAN GIOVANNI IN PERSICETO, SAN MATTEO DELLA DECIMA
  • SANT’AGATA BOLOGNESE

Consulta qui i nuovi orari di apertura.

Chiudi articolo

20
feb
Nonantola: attenzione alle truffe!

Informiamo che è in corso un tentativo di truffa a danno dei cittadini.Ci è stato rife...

Leggi Tutto

Informiamo che è in corso un tentativo di truffa a danno dei cittadini.

Ci è stato riferito che alcuni truffatori in questi giorni bussano alla porta delle abitazioni con il pretesto di dare informazioni su un cambio di calendario nel giorno di raccolta della carta.

Informiamo gli utenti che non è in corso alcuna attività di tutoraggio da parte di operatori incaricati da Geovest. Per evitare che gli utenti possano cadere nella trappola di alcuni truffatori Geovest raccomanda la massima attenzione, invita a non fare entrare nessuno nelle abitazioni e suggerisce di inoltrare le segnalazioni alla Polizia Municipale e/o alle autorità competenti chiamando il 112 o 113.

Le giornate di raccolta dei rifiuti sono consultabili nel calendario distribuito nel mese di dicembre a tutte le utenze e qui riportate:

 

ZONA 1

CARTA: mercoledì

IMBALLAGGI IN PLASTICA: mercoledì

INDIFFERENZIATO: martedì

VERDE LEGGERO: lunedì (a partire da marzo)

ZONA 2

CARTA: giovedì

IMBALLAGGI IN PLASTICA: giovedì

INDIFFERENZIATO: sabato

VERDE LEGGERO: lunedì (a partire da marzo)

ZONA 3

CARTA: venerdì

IMBALLAGGI IN PLASTICA: venerdì

INDIFFERENZIATO: sabato

VERDE LEGGERO: lunedì (a partire da marzo)

ZONA 4

CARTA: venerdì

IMBALLAGGI IN PLASTICA: mercoledì

INDIFFERENZIATO: martedì

VERDE LEGGERO: lunedì (a partire da marzo)

ZONA 5

CARTA: venerdì

IMBALLAGGI IN PLASTICA: mercoledì

INDIFFERENZIATO: martedì

VETRO E LATTINE: venerdì

Oppure è scaricabile dal sito all’indirizzo www.geovest.it/calendario 

Chiudi articolo

14
feb
Errata corrige calendario Sant'Agata Bolognese

Il calendario della raccolta domiciliare 2017/2018 che ha validità a partire dal mese di Marzo 2017 rip...

Leggi Tutto

Il calendario della raccolta domiciliare 2017/2018 che ha validità a partire dal mese di Marzo 2017 riporta per errore come giorno di ritiro della CARTA in zona 1 e zona 2 il GIOVEDÌ.

Il giorno corretto è da intendersi il LUNEDI’ non essendo state apportate modifiche ai giorni di raccolta.

Le date di raccolta elencate in ogni mese sono corrette e cadono infatti nelle giornate di lunedì.

Visualizza qui il calendario corretto.

 

Chiudi articolo

07
feb
Chiusura dei Centri di raccolta il giorno 10 febbraio

Nella giornata di venerdì 10 febbraio i Centri di raccolta dei Comuni di Castel Maggiore, Crevalcore, S...

Leggi Tutto

Nella giornata di venerdì 10 febbraio i Centri di raccolta dei Comuni di Castel Maggiore, Crevalcore, San Giovanni in Persiceto, Sant'Agata Bolognese e Sala Bolognese chiuderanno alle ore 11 fino a fine turno mattutino.

 

Chiudi articolo

28
dic
Chiusura dello Sportello Ta.Ri. di Argelato e Sala Bolognese

Si avvisano gli utenti dei Comuni di Argelato e Sala Bolognese che a partire dal 1 gennaio 2017 la Tassa ...

Leggi Tutto

Si avvisano gli utenti dei Comuni di Argelato e Sala Bolognese che a partire dal 1 gennaio 2017 la Tassa Rifiuti verrà gestita direttamente dai Comuni e pertanto gli sportelli di Geovest saranno chiusi.

Per informazioni sulla Tassa è possibile rivolgersi ai rispettivi Uffici Tributi.   

Per informazioni, segnalazioni o richieste relative al servizio di raccolta gli utenti possono contattare Geovest al numero verde gratuito 800.276650 (Lun/merc/ven 8.45-12.45 – mart/giov 8.45-12.45  14-16.30 – sab 8.45 – 12.45) o attraverso mail a info@geovest.it.

Chiudi articolo

16
dic
Chiusura dei Centri di raccolta per festività

Si avvisano gli utenti che nel pomeriggio del giorno 24 dicembre 2016 e nell'intera giornata del 31 dicembre 2...

Leggi Tutto

Si avvisano gli utenti che nel pomeriggio del giorno 24 dicembre 2016 e nell'intera giornata del 31 dicembre 2016 i Centri di Raccolta saranno chiusi.

Chiudi articolo

11
ott
Concluso il concorso "Diventa il nostro ERAEE", ecco le scuole che vincono!

Il 15 maggio 2016 si è conclusa la prima edizione del progetto “Diventa il nostro ERaee” ri...

Leggi Tutto

Il 15 maggio 2016 si è conclusa la prima edizione del progetto “Diventa il nostro ERaee” rivolto agli alunni dei Comuni del bacino Geovest, dai 6 ai 19 anni. 

Il progetto ha raccolto grandi adesioni tra le scuole, 19 istituti su 20 presenti negli undici comuni di competenza di Geovest hanno partecipato all'iniziativa promossa insieme al Centro di Coordinamento RAEE di capilarizzazione della raccolta dei rifiuti elettrici ed eletronici (RAEE) di origine domestica. 

L'iniziativa ha coinvolto 14.912 ragazzi insieme alle loro famiglie, il personale docente e non docente per un totale di circa 35.000 persone.

Nei sei mesi di progetto (10 dicembre 2015 - 15 maggio 2016), sono stati raccolti 11.752,1 kg di piccoli RAEE (raggruppamento R4), corrispondenti a 0,788 kg/alunno.

Vedi la classifica degli Istituti Comprensivi e Direzioni Didattiche e quella degli Istituti Secondari di Secondo grado.

 

Chiudi articolo

10
ott
Nonantola: prorogata a tutto il mese di ottobre la raccolta settimanale della plastica

Si informano i cittadini residenti nel Comune di Nonantola che anche nel mese di Ottobre la frequenza di racco...

Leggi Tutto

Si informano i cittadini residenti nel Comune di Nonantola che anche nel mese di Ottobre la frequenza di raccolta degli imballaggi in plastica sarà settimanale, per poi ritornare ogni 15 giorni dal mese di Novembre.

Si ricorda pertanto che i contenitori previsti per la raccolta della plastica dovranno essere esposti all’esterno delle abitazioni nei giorni previsti per il periodo estivo, questo per consentirne il successivo recupero da parte degli addetti.

 

Chiudi articolo

13
set
Differenziare più carta e cartone per aiutare le popolazioni colpite dal terremoto

Comieco, in collaborazione con Anci e Conai, invita tutte le famiglie italiane a raccogliere più carta ...

Leggi Tutto

Comieco, in collaborazione con Anci e Conai, invita tutte le famiglie italiane a raccogliere più carta e cartone per aiutare i Comuni colpiti dal terremoto nel Centro Italia e contribuire alla ricostruzione dei paesi vittime del sisma del 24 agosto scorso.

Raccogliere di più e meglio la carta e il cartone: ogni 100 kg raccolti in più nel mese di settembre il Consorzio destinerà 7 euro ai Comuni vittime del sisma.

Maggiori informazioni sul sul sito di Comieco.

Gurda il volantino dell'iniziativa

 

Chiudi articolo

01
set
Uffici Geovest di Argelato e Funo: sospensione momentanea di distribuzione chiavi, sacchetti e bidoncini organico

Si avvisano gli utenti che, per ragioni di servizio, dal 15 settembre al 31 ottobre 2016 sarà sospesa, ...

Leggi Tutto

Si avvisano gli utenti che, per ragioni di servizio, dal 15 settembre al 31 ottobre 2016 sarà sospesa, presso gli uffici di Geovest di Funo e di Argelato, la distribuzione delle chiavi dei contenitori stradali per la raccolta dell’organico e dei pannolini. Presso l’ufficio di Argelato verranno sospese anche la fornitura di sacchi per la raccolta della plastica e dell’organico e la distribuzione dei bidoncini dell’organico. Tutti i materiali potranno essere reperiti presso i Centri di raccolta del territorio comunale.

Chiudi articolo

26
ago
Castel Maggiore e Finale Emilia - TARI gestita dai Comuni

Si ricorda agli utenti dei Comuni di Castel Maggiore e Finale Emilia che  dal 1 gennaio 2016&nb...

Leggi Tutto

Si ricorda agli utenti dei Comuni di Castel Maggiore e Finale Emilia che  dal 1 gennaio 2016 la Tassa Rifiuti è gestita direttamente dall'Amministrazione Comunale e non più da Geovest. Per informazioni relative alla Tassa Rifiuti gli utenti sono pregati di rivolgersi  direttamente all’ufficio comunale di competenza.

Chiudi articolo

17
ago
Residui vegetali, dal 25 agosto sono esclusi dal regime dei rifiuti

La legge 28 luglio 2016, n. 154 (cosiddetto "Collegato Agricoltura") oltre a dettare misure a tutto campo per ...

Leggi Tutto

La legge 28 luglio 2016, n. 154 (cosiddetto "Collegato Agricoltura") oltre a dettare misure a tutto campo per rilanciare la competitività del settore agricolo, riscrive l'articolo 185 del Dlgs 152/2006 escludendo dal campo di applicazione della disciplina dei rifiuti paglia, sfalci e potature da aree verdi, come giardini, parchi e aree cimiteriali o da attività agricole e agro-industriali, nonché ogni altro materiale agricolo o forestale naturale non pericoloso.

L’articolo prevede che questi materiali non siano più classificati come rifiuti qualora vengano destinati alle normali pratiche agricole e zootecniche o utilizzati in agricoltura, nella silvicoltura o per la produzione di energia da tale biomassa, anche fuori del luogo di produzione o con cessione a terzi, mediante processi o metodi che non danneggiano l'ambiente né mettono in pericolo la salute umana.

Ciò significa che dal 25 agosto, in ragione di tale esclusione, la gestione dei residui vegetali non sarebbe più di competenza del Gestore dei rifiuti urbani.

Nell’attesa di ricevere chiarimenti ed orientamenti da parte della Regione Emilia Romagna, di Atersir e dei Comuni si avvisano gli utenti che i servizi che prevedono la raccolta domiciliare ed il conferimento nei Centri di Raccolta di sfalci e potature potrebbero subire delle variazioni.

Sarà nostra cura segnalare le evoluzioni relative.

 

Chiudi articolo

08
ago
Pubblicati i dati definitivi della Raccolta differenziata da parte della Regione Emilia Romagna

La Regione Emilia Romagna ha pubblicato con Determinazione n. 11453 del 18/07/2016 i dati definitivi di raccol...

Leggi Tutto

La Regione Emilia Romagna ha pubblicato con Determinazione n. 11453 del 18/07/2016 i dati definitivi di raccolta differenziata per l’anno 2015. Tali dati sono stati acquisiti dal Gestore dei rifiuti urbani attraverso il Sistema Informativo Regionale denominato ORSo.

Nel calcolo regionale della raccolta differenziata sono computati anche i quantitativi di rifiuti speciali assimilati agli urbani che il produttore dimostri di aver avviato direttamente a recupero senza conferirli al Gestore del servizio pubblico di raccolta mentre sono scomputati dal calcolo gli scarti delle raccolte multimateriale come previsto dalle DGR n. 2317/09 e DGR n. 1620/01. Questa la motivazione per cui taluni dati differiscono da quelli pubblicati da Geovest nelle sezioni specifiche dei singoli Comuni per l’anno 2015.

RISULTATI RACCOLTA DIFFERENZIATA ANNO 2015:

Leggi la Determinazione n. 11453 del 18/07/2016.

 

Chiudi articolo

27
lug
Raee, scattato obbligo di ritiro "uno contro zero"

Per la grande distribuzione di apparecchiature elettriche ed elettroniche il 22 luglio 2016 è il giorno...

Leggi Tutto

Per la grande distribuzione di apparecchiature elettriche ed elettroniche il 22 luglio 2016 è il giorno del via all'obbligo di ritiro gratuito "uno contro zero" dei tecno rifiuti di piccolissime dimensioni conferiti dall'utenza.

Il provvedimento del ministero dell’Ambiente consente ai cittadini di avviare al corretto riciclo i piccolissimi rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee) arrivati a fine vita.

In sostanza, dal 22 luglio il consumatore potrà consegnare i propri Raee di dimensione inferiore ai 25 centrimetri presso un rivenditore di apparecchiature elettroniche con superficie di almeno 400 mq, senza essere obbligato ad acquistare un nuovo prodotto equivalente. L’obbligo di ritiro gratuito scatta, però, solo per i grandi negozi, mentre per i piccoli distributori e per i venditori online l’applicazione dell’”uno contro zero” è solo facoltativa. Nel caso delle vendite a distanza (vendite online) ai distributori si applica l'obbligo del ritiro gratuito ("uno contro uno") indicano i luoghi di raggruppamento presso i quali il consumatore può conferire gratuitamente i Raee di tipo equivalente a quello acquistato, senza gravarlo di maggiori oneri, nonché le modalità di ritiro presso lo stesso luogo di consegna, gratuitamente. Queste indicazioni sono elemento essenziale del contratto di vendita a distanza e la mancanza ne comporta la nullità con diritto di chiedere indietro l'intera somma pagata.

Il “Centro di Coordinamento Raee” ha elaborato degli esempi di Raee ammessi al ritiro “uno contro zero”: telefonini, rasoi elettrici, spazzolini da denti elettrici, macchinine elettriche giocattolo, tablet, lettori MP3, calcolatrici tascabili, sveglie, mouse, caricabatterie, termometri digitali, orologi da polso o da tasca, micro computer per attività sportive.

Non sono ammessi al ritiro “uno contro zero”: ferro da stiro, computer, stampanti, ventilatori, monitor, aspirapolvere, trapano, frullatori, forni a microonde, friggitrici, fax, macchine per cucire.

Sono esclusi i cosiddetti Raee "professionali" ma sono inclusi i Raee "dual use" (quelli che possono essere usati sia in ambito professionale che domestico).

Questa nuova modalità di smaltimento dei piccoli rifiuti elettronici dovrebbe, nelle intenzioni del ministero, contribuire all’aumento dei volumi di Raee raccolti. Già nel 2015 lo smaltimento dei Raee è aumentato dell’8% rispetto all’anno precedente. Complessivamente la raccolta è stata pari a 249.253.916 kg, con un incremento di oltre 17 milioni di chilogrammi raccolti rispetto al 2014. Secondo il rapporto annuale del Centro di Coordinamento Raee nel 2015 i rifiuti elettrici prodotti sono stati pari 4,1 kg per abitante. 

 

Chiudi articolo

18
lug
Chiusura dello sportello della Tari di Funo di Argelato

Si avvisano gli utenti che nella giornata di martedì 19 luglio lo sportello della Tari di Funo di Argel...

Leggi Tutto

Si avvisano gli utenti che nella giornata di martedì 19 luglio lo sportello della Tari di Funo di Argelato rimarrà chiuso.

Chiudi articolo

12
lug
Revocato lo sciopero degli operatori ecologici previsto per il 13 e 14 luglio

Dopo l’intesa di domenica con Utilitalia, siglato oggi anche il protocollo d’intesa delle linee gu...

Leggi Tutto

Dopo l’intesa di domenica con Utilitalia, siglato oggi anche il protocollo d’intesa delle linee guida per il rinnovo del contratto collettivo nazionale dei lavoratori delle aziende private dell’igiene ambientale aderenti a Fise-Assoambiente.

Revocato quindi lo sciopero del 13 e 14 luglio, pertanto tutti i servizi si svolgeranno regolarmente.

 

Chiudi articolo

23
giu
Quattro comuni di Geovest sono Ricicloni

Quest’anno il Premio Comuni Ricicloni 2016 di Legambiente riserva una inaspettata sorpresa, che lascia b...

Leggi Tutto

Quest’anno il Premio Comuni Ricicloni 2016 di Legambiente riserva una inaspettata sorpresa, che lascia ben sperare per un’Italia finalmente libera dai rifiuti. Crescono nella Penisola i comuni Rifiuti free, quelli che oltre ad essere ricicloni, hanno deciso di puntare sulla riduzione del residuo non riciclabile da avviare a smaltimento. Sono ben 525, contro i 356 dello scorso anno, le realtà che producono meno di 75 chilogrammi annui per abitante di rifiuto secco indifferenziato, (pari al 7% del totale nazionale), per una popolazione che sfiora i 3 milioni di cittadini. Risultati ottenuti con ricette diverse ma con un denominatore comune: la responsabilizzazione dei cittadini attraverso una raccolta domiciliare, una comunicazione efficace e con politiche anche tariffarie che premiano il cittadino virtuoso. Non è un caso che dei 525 comuni Rifiuti free 255 hanno un sistema di tariffazione puntuale e 136 uno normalizzato.

A livello geografico, il Nord Italia è al top con i suoi 413 comuni Rifiuti free, pari al 79% del totale. Segue il Sud con 87 municipi (pari al 17% del totale) e il Centro con 25 (pari al 5%). 

Ma per un’Italia Rifiuti free e per far vincere l’economia circolare, secondo Legambiente serve ora l’ultimo sprint finale per far diventare queste buone pratiche uno standard su tutto il territorio nazionale a partire dalla diffusione su larga scala di un sistema di tariffazione puntuale.

È quanto emerge dal rapporto Comuni ricicloni 2016 di Legambiente presentato a Roma il 23 giugno.

Quest’anno Legambiente ha introdotto dei nuovi criteri nella classifica: per entrare nella rosa della gestione sostenibile dei rifiuti di Comuni ricicloni, non solo si deve rispettare l'obiettivo di legge del 65% sulla raccolta differenziata ma si deve anche puntare sulla qualità e sulle politiche di prevenzione. Per questo nelle graduatorie compaiono solo quei comuni ricicloni i cui cittadini hanno conferito nel contenitore del secco meno di 75 Kg all’anno di rifiuto non riciclabile. 

Sono premiati in Emilia Romagna i Comuni di Soliera (Mo), Novi di Modena (Mo), Medolla (Mo) e Sorbolo (Pr).

Nel rapporto compaiono però tutti i comuni che, rispettando gli obiettivi stabiliti dal D.Lgs 152/06, hanno differenziato e avviato a riciclaggio almeno il 65% dei rifiuti prodotti.

Tra questi quattro Comuni del bacino di Geovest entrano in classifica con questi valori di raccolta differenziata:

  • Nonantola con 78,4% 
  • San Giovanni in Persiceto con 75,5%
  • Anzola dell’Emilia con 74,0%
  • Crevalcore con 70,4%

I risultati emersi in questa nuova edizione dimostrano che l’economia circolare è già in parte in atto, che alcuni Comuni del Paese riescono a fare della spazzatura una risorsa, tra differenziata e riciclo, proprio come vuole la ricetta dell’economia circolare e come vuole la nostra nuova Legge Regionale n. 16/2015 che prevede un innovativo sistema di premialità e penalità che si basa sul quantitativo di secco residuo avviato a smaltimento e non sulla percentuale di raccolta differenziata e che quindi punta sulla riduzione del residuo da avviare a smaltimento.

L’impegno per il lavoro futuro è quello di proseguire attraverso la responsabilizzazione dei cittadini, la raccolta domiciliare ed una comunicazione efficace per migliorare non solo i risultati della raccolta differenziata ma anche quello della riduzione del secco residuo da mandare negli impianti di incenerimento e in discarica per attuare una gestione più sostenibile dei rifiuti.

Chiudi articolo

17
giu
A partire da luglio ad Anzola dell'Emilia il nuovo servizio di raccolta dell'olio vegetale diventa più capillare

Per essere più vicino alle utenze e per intercettare una quantità maggiore di olio il servizio d...

Leggi Tutto

Per essere più vicino alle utenze e per intercettare una quantità maggiore di olio il servizio diventa stradale.

Questo l’elenco delle postazioni dove sono collocati i contenitori:

• Via Alighieri - angolo via Libertà • Via Baiesi - angolo Via Chiarini • Via Barbieri Clelia - angolo Via Terremare • Via Casetti - località Casetti • Via Chiarini 1 • Via Costa - angolo Via Terremare • Via De Rosa 1 • Via Dino Campana 10 • Via Gasiani 6 • Via Gramsci - caffè Hawaii • Via Guido Rossa 35 • Via Landi - angolo Via Costa • Via Magenta 24 • Via Matteotti 13 • Via Ragazzi 4 • Via Reggiani - angolo Via Buldrini • Via Risorgimento 1 e 23 • Via Rumpianesi 85 e angolo Via IV Novembre • Via Schiavina 10 e angolo Reggiani • Via Torresotto 2 • Via XX Aprile angolo Via Benati • Via XXV Aprile nuova Coop – parcheggio e campo basket • Via Zucchini - angolo Via Galli

I VANTAGGI DELLA RACCOLTA

Si risparmia: l’olio usato, versato nei lavandini, compromette il corretto funzionamento delle reti domestiche, delle reti fognarie e degli impianti di depurazione, con conseguenti ingenti spese per la manutenzione

Si protegge l’ambiente: la temperatura elevata raggiunta dall’olio, dopo una normale frittura, ne provoca l’ossidazione rendendolo altamente inquinante. L’olio usato infatti:

  • se abbandonato al suolo, crea una pellicola che avvolge la terra impedendo la nutrizione delle piante
  • se entra in contatto con specchi d’acqua, crea uno strato superficiale che ne impedisce l’ossigenazione

COSA RACCOGLIERE: 

  • olio alimentare derivato da frittura
  • olio alimentare residuo di vasetti sott’oli
  • olio alimentare residuo del tonno e simili
  • olio alimentare scaduto
  • strutto

COSA NON VA NEL CONTENITORE: 

  • olio minerale (es. olio motore, lubrificante, olio idraulico)
  • grassi e oli solidificati, acque di lavaggio di pentole e contenitori, aceto e detersivi

COME SI FA LA RACCOLTA 

  • raccogli il tuo olio da cucina in un contenitore di plastica 
  • chiudi bene il contenitore
  • raggiungi il contenitore di prossimità più accessibile (vedi elenco postazioni)
  • solleva il coperchio, inserisci il contenitore e richiudi il coperchio. 

E’ possibile conferire l’olio vegetale al Centro di raccolta di via Rocca Novella, 2 

Lunedì, martedì, giovedì e sabato dalle 8.00 alle 12.30
Giovedì e sabato pomeriggio dalle 14.00 alle 17.30
Mercoledì e venerdì pomeriggio dalle 14.30 alle 17.30

Vedi volantino locandina

Chiudi articolo

13
giu
Avviso sciopero nazionale delle aziende d'igiene ambientale il 15 giugno 2016

E' indetta l'astensione collettiva dal lavoro per l’intera giornata di mercoledì 15 giugno&n...

Leggi Tutto

E' indetta l'astensione collettiva dal lavoro per l’intera giornata di mercoledì 15 giugno 2016. Pertanto i servizi di raccolta dei rifiuti, di spazzamento e di presidio dei Centri di Raccolta non saranno garantiti.

Geovest si impegna comunque ad intervenire per risolvere nel più breve tempo possibile eventuali problemi legati a servizi irregolari o eventualmente interrotti al fine di arrecare agli utenti il minor disagio.

Nelle zone in cui si svolgono le raccolte domiciliari si consiglia inoltre di lasciare esposti i rifiuti per permettere le operazioni di recupero nel più breve tempo possibile.

Chiudi articolo

06
giu
Avviso sciopero nazionale 7 giugno 2016

A seguito degli ennesimi incidenti mortali sul lavoro, i lavoratori delle aziende pubbliche e private dei Serv...

Leggi Tutto

A seguito degli ennesimi incidenti mortali sul lavoro, i lavoratori delle aziende pubbliche e private dei Servizi Ambientali sciopereranno per 50 minuti nella giornata di martedì 7 giugno 2016, in ogni fine turno di lavoro. Pertanto i servizi di raccolta dei rifiuti, di spazzamento e di presidio dei Centri di Raccolta non saranno garantiti.

Geovest si impegna comunque ad intervenire per risolvere nel più breve tempo possibile eventuali problemi legati a servizi irregolari o eventualmente interrotti al fine di arrecare agli utenti il minor disagio.

Nelle zone in cui si svolgono le raccolte domiciliari si consiglia di lasciare esposti i rifiuti per permettere le operazioni di recupero nel più breve tempo possibile.

Chiudi articolo

24
mag
Prosegue presso i Centri di Raccolta di Argelato la distribuzione dei contenitori per il rifiuto indifferenziato

Gli utenti che non hanno ancora ritirato il contenitore potranno recarsi il sabato mattina presso i ...

Leggi Tutto

Gli utenti che non hanno ancora ritirato il contenitore potranno recarsi il sabato mattina presso i Centri di Raccolta ad Argelato di via Stiatico 4/5 e a Funo in via f.lli Chiarini 2, a partire da sabato 4 giugno 2016, dalle 8,00 alle 12,30. 

Per ritirare il contenitore, gli utenti devono portare la lettera che hanno ricevuto per posta. I nuovi utenti invece devono portare copia dell’iscrizione alla TARI.

Gli utenti che ne hanno necessità potranno ritirare anche il contenitore della carta.

Chiudi articolo

24
mag
Avviso sciopero nazionale 30 maggio 2016

Per l’intera giornata di lunedì 30 maggio 2016 i lavoratori dell’igiene ambientale sciopere...

Leggi Tutto

Per l’intera giornata di lunedì 30 maggio 2016 i lavoratori dell’igiene ambientale sciopereranno per 24 ore. Pertanto i servizi di raccolta dei rifiuti, di spazzamento e di presidio dei Centri di Raccolta non saranno garantiti.

Geovest si impegna comunque ad intervenire per risolvere nel più breve tempo possibile eventuali problemi legati a servizi irregolari o eventualmente interrotti al fine di arrecare agli utenti il minor disagio.

Nelle zone in cui si svolgono le raccolte domiciliari si consiglia inoltre di lasciare esposti i rifiuti per permettere le operazioni di recupero nel più breve tempo possibile.

 

Chiudi articolo

06
mag
Finale Emilia zona 6 e 8 cambiano il giorno di raccolta degli imballaggi in plastica

A partire dal giorno 4 maggio la raccolta degli imballaggi in plastica verrà spostata dal venerdì...

Leggi Tutto

A partire dal giorno 4 maggio la raccolta degli imballaggi in plastica verrà spostata dal venerdì al mercoledì.

Pertanto nella giornata del mercoledì le zone 6 e 8 dovranno esporre gli imballaggi in plastica entro le 6,00 del mattino con le modalità previste nel calendario della raccolta.

 

Chiudi articolo

06
mag
Argelato: ultime date utili per il ritiro del contenitore del rifiuto indifferenziato

Chi non avesse ancora provveduto a ritirare il contenitore individuale per la raccolta del rifiuto INDIFF...

Leggi Tutto

Chi non avesse ancora provveduto a ritirare il contenitore individuale per la raccolta del rifiuto INDIFFERENZIATO è invitato a recarsi presso i seguenti punti di distribuzione:

  • venerdì 20 maggio 2016 dalle 16,00 alle 20,00 ad Argelato presso la Sala Servizi alla Persona, via f.lli Cervi, 13
  • sabato 21 maggio 2016 dalle 10,00 alle 18,00 a Funo presso la sala del Centro Civico, sopra la farmacia

Ricordiamo che è necessario provvedere al ritiro del contenitore perché, a partire dal mese di maggio 2016, verranno gradualmente rimossi i contenitori stradali per la raccolta del rifiuto indifferenziato e la raccolta diverrà di tipo domiciliare.

Per ritirare il contenitore è necessario compilare il modulo ricevuto a domicilio e consegnarlo agli addetti alla distribuzione.

Il contenitore può essere ritirato dall’utente intestatario della TA.RI (tassa rifiuti) o da un familiare. 

In caso di impossibilità al ritiro è possibile delegare un conoscente compilando anche il talloncino presente sul retro.

Per informazioni e comunicazioni è possibile inviare una e-mail a info@geovest.it o chiamare il NUMERO VERDE GEOVEST all’ 800 276650.

 

Chiudi articolo

22
apr
Castel Maggiore: da domani il contenitore dell'indifferenziato può essere ritirato presso lo sportello comunale

A partire da sabato 23 aprile e per la durata di due mesi sarà possibile ritirare il contenitore dell'i...

Leggi Tutto

A partire da sabato 23 aprile e per la durata di due mesi sarà possibile ritirare il contenitore dell'indifferenziato presso lo sportello comunale situato presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Castel Maggiore.

La distribuzione avverrà tutti i sabati mattina dalle ore 8.30 alle ore 12.45.

 

Chiudi articolo

13
apr
Domani inizia la distribuzione dei contenitori ad Argelato

A partire da domani inizia la distribuzione dei contenitori per la raccolta del rifiuto indifferenziato.&...

Leggi Tutto

A partire da domani inizia la distribuzione dei contenitori per la raccolta del rifiuto indifferenziato. 

Invitiamo i cittadini a recarsi nei luoghi di seguito indicati per ritirare gratuitamente il contenitore dotato di chip per la raccolta individuale del rifiuto indifferenziato nelle seguenti date:

  • giovedì 14/04/2016 dalle ore 15,00 alle ore 19,00 Argelato, Sala Servizi alla Persona
  • venerdì 15/04/2016 dalle ore 15,00 alle ore 19,00 Argelato, Sala Servizi alla Persona
  • sabato 16/04/2016 dalle ore 10,00  alle ore 18,00 Argelato, Sala Servizi alla Persona
  • giovedì 21/04/2016 dalle ore 15,00 alle ore 19,00 Funo, Sala Civica (sopra la farmacia)
  • venerdì 22/04/2016 dalle ore 9,00 alle ore 13,00 Funo, Sala Civica (sopra la farmacia)
  • sabato 23/04/2016 dalle ore 14,00 alle ore 18,00 Funo, Sala Civica (sopra la farmacia)
  • domenica 24/04/2016 dalle ore 10,00 alle ore 18,00 Funo, Sala Civica (sopra la farmacia)
  • giovedì 28/04/2016 dalle ore 15,00 alle ore 19,00, Funo, Sala Civica (sopra la farmacia)
  • venerdì 29/04/2016 dalle ore 9,00 alle ore 13,00, Funo, Sala Civica (sopra la farmacia)
  • sabato 30/04/2016 dalle ore 14,00 alle ore 18,00 Funo, Sala Civica (sopra la farmacia)

Nei punti di distribuzione verrà distribuito anche il calendario della raccolta, la chiave per l'apertura del contenitore dell'umido che rimarrà stradale ma con serratura e, per chi non la avesse, la pattumella areata per la raccolta dell'umido in cucina.

Le utenze che utilizzano pannolini, pannoloni o traverse assorbenti potranno utilizzare dei contenitori stradali dotati di apposita chiave. Ai punti di distribuzione sarà possibile richiedere la chiave e successivamente gli utenti potranno rivolgersi allo sportello Geovest o scaricare il modulo dal sito di Geovest.

Ricordiamo che è necessario provvedere al ritiro del contenitore dell'indifferenziato perché a partire dal 17 maggio 2016 verranno raccolti solo i rifiuti conferiti all’interno del contenitore grigio. 

Per ritirare il contenitore è necessario compilare il modulo sul retro della lettera che arriverà a domicilio e consegnarla agli addetti alla distribuzione. Il contenitore può essere ritirato dall’utente intestatario della TA.RI (tassa rifiuti) o da un familiare. In caso di impossibilità al ritiro è possibile delegare un conoscente compilando anche il talloncino presente sul retro.

Le utenze non domestiche con necessità particolari riceveranno i contenitori a domicilio.

Domande e affermazioni più frequenti sul porta a porta

Cosa devo fare per ritirare il contenitore? 

Per ritirare i contenitori il cittadino deve avere la lettera che riceverà a casa avente ad oggetto: distribuzione contenitori per la raccolta del rifiuto indifferenziato e compilare nel retro la parte dedicata a: MODULO DI RITIRO, TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI e DELEGA AL RITIRO (da compilare solo in caso di delega)

Se non ho ricevuto la lettera come faccio a ritirare il bidone? 

Se non è arrivata la lettera a casa e le utenze sono regolarmente iscritte possono recarsi ai punti di distribuzione rivolgendosi al punto informativo consegnando una copia della denuncia di iscrizione alla TaRi. Se non è arrivata la lettera perché i cittadini non sono iscritti alla TaRi devono recarsi allo sportello per fare l’iscrizione.

Posso fare a meno di ritirare i contenitori? 

I contenitori grigi per il rifiuto indifferenziato sono indispensabili per il conferimento dei rifiuti e devono essere ritirati per ogni abitazione o attività.

I contenitori domiciliari sono personalizzati? 

I contenitori possono essere personalizzati e l'utente può renderli identificabili apponendovi un segno di riconoscimento. E’ importante farlo perché i contenitori contengono un microcip che li associa all’utenza alla quale è stato consegnato in preparazione dell’attivazione della tariffa puntuale, quindi è importante che ogni utenza riconosca ed utilizzi il proprio contenitore.

Sto già facendo la raccolta porta a porta dell’indifferenziato e possiedo già una dotazione, come devo comportarmi? 

Gli utenti che, avendo aderito al sistema di raccolta volontaria del rifiuto indifferenziato, sono già in possesso del contenitore individuale, sono pregati di recarsi comunque al punto di distribuzione per ritirare il contenitore nuovo da 40 litri dotato di chip e la chiave per accedere ai contenitori stradali del rifiuto organico. 

Cosa si deve fare se si rompe un contenitore? 

I bidoni sono assegnati in comodato d’uso gratuito, quindi ogni utente deve gestirli con cura. In caso di rottura per cause accidentali può essere richiesta al Numero Verde la sostituzione. Al momento della consegna del nuovo contenitore deve essere restituito quello danneggiato.

Se una famiglia si trasferisce, sempre all’interno dello stesso Comune, il kit dei contenitori segue la famiglia? 

Occorre recarsi allo Sportello della Ta.Ri per segnalare il cambio di residenza. Il contenitore dell’indifferenziato verrà trasferito alla nuova posizione tariffaria perché sono associati a quella utenza specifica e verrà inoltre valutata la necessità di inserire servizi aggiuntivi.

Posso mettere in strada i contenitori o sacchi quando voglio? 

No, per ragioni di decoro urbano e di rispetto delle regole del servizio. Soprattutto nei centri abitati è necessario esporre sacchi e bidoni il più tardi possibile I contenitori/sacchi devono essere custoditi in proprietà privata ed esposti, pieni, in prossimità della pubblica via solamente la sera precedente al giorno di raccolta e comunque non oltre le ore 5.00 del giorno previsto. Per le attività commerciali, gli studi, gli uffici e le aziende l’esposizione può avvenire al momento della chiusura.

Ho esposto regolarmente il mio contenitore/sacco ma non è stato ritirato e non c’è nessun avviso che mi spieghi il motivo, come devo comportarmi? 

Il ritiro avviene generalmente nell’arco della mattinata, ma in casi eccezionali la raccolta può proseguire nel pomeriggio. Se si ritiene di aver esposto correttamente il contenitore/sacco e tuttavia non è stato raccolto è bene segnalarlo al Numero Verde.

Ho un bambino piccolo che usa pannolini o un anziano che utilizza pannoloni, come posso fare? 

Sono posizionati contenitori stradali dotati di apposita chiave per la raccolta di pannolini e pannoloni. Per richiedere la chiave è necessario compilare il modulo scaricabile dal sito di Geovest e consegnarlo allo sportello Geovest.

Quando finisco i sacchi devo acquistarli o me ne vengono consegnati altri? 

I sacchi per gli imballaggi in plastica e di mater-bi per il rifiuto organico possono essere reperiti presso: • Centro di Raccolta via F.lli Chiarini, 2 • Centro di Raccolta via Stiatico, 4/5 • Ufficio Geovest di Argelato via Argelati, 4 • Centro Civico di Funo via Nuova • URP di Argelato, c/o Municipio via Argelati • URP di Funo, c/o Centro Civico, piazza della Resistenza

Quando parte il servizio? 

Il primo giorno di raccolta del rifiuto indifferenziato è il 17 maggio.

Dove metto i rifiuti organici? 

I rifiuti organici devono essere raccolti dentro i sacchetti in materiale biodegradabile (Mater-Bi); i sacchetti pieni dovranno essere depositati ben chiusi dentro il contenitore marrone dell’organico che resta stradale.

Ho dimenticato di esporre il rifiuto indifferenziato il martedì, come posso fare? 

Fino a dicembre è attivo un servizio itinerante di raccolta del rifiuto indifferenziato. L’Ecomobile staziona in diversi punti nel territorio del Comune. Per utilizzare il servizio, che è gratuito, basterà presentarsi negli orari indicati nel calendario Sotto casa 2016 con la tessera Geovest (CDR PASS). 

Chiudi articolo

08
apr
Termina il prossimo fine settimana la distribuzione a Castel Maggiore dei contenitori per il rifiuto indifferenziato

Nel mese di febbraio 2016 sono state inviate le lettere di invito a recarsi presso i punti di distri...

Leggi Tutto

Nel mese di febbraio 2016 sono state inviate le lettere di invito a recarsi presso i punti di distribuzione per ritirare il contenitore individuale per la raccolta del rifiuto INDIFFERENZIATO. 

Chi non si fosse ancora recato/a a ritirare il contenitore, lo invitiamo a recarsi presso il centro sociale Pertini, in via Lirone, 30 nelle seguenti giornate:

  • venerdì 15 aprile 2016 15,00 – 19,00
  • sabato 16 aprile 2016 9,00 – 18,00
  • domenica 17 aprile 2016 9,00 – 17,00

Ricordiamo che è necessario provvedere al ritiro del contenitore perché a partire dal mese di aprile 2016 verranno gradualmente rimossi i contenitori stradali per la raccolta del rifiuto indifferenziato e la raccolta diverrà di tipo domiciliare (raccolta porta a porta).

Per ritirare il contenitore è necessario compilare il modulo sul retro della presente comunicazione e consegnarla agli addetti alla distribuzione.

Il contenitore può essere ritirato dall’utente intestatario della TA.RI (tassa rifiuti) o da un familiare. 

In caso di impossibilità al ritiro è possibile delegare un conoscente compilando anche il talloncino presente sul retro.

Per informazioni può inviare una e-mail a info@geovest.it. o chiamare il NUMERO VERDE GEOVEST all’ 800 276650.

 

Chiudi articolo

31
mar
Il 13 aprile gli sportelli Geovest di Argelato e San Giovanni in Persiceto saranno chiusi

Nella giornata di mercoledì 13 aprile 2016 l'ufficio Geovest rimarrà chiuso per la partecip...

Leggi Tutto

Nella giornata di mercoledì 13 aprile 2016 l'ufficio Geovest rimarrà chiuso per la partecipazione del parsonale ad un corso di formazione.

Per urgenze riguardanti il servizio di raccolta contattare il numero verde  800.276650 oppure scrivere a servizio.utenze@geovest.it.

Chiudi articolo

31
mar
Parte oggi a Castel Maggiore la racconta domiciliare dell'indifferenziato

Parte oggi la raccolta domiciliare del rifiuto indifferenziato nei centri abitati di Castel Maggiore con modal...

Leggi Tutto

Parte oggi la raccolta domiciliare del rifiuto indifferenziato nei centri abitati di Castel Maggiore con modalità analoghe al servizio porta a porta già presente per carta, imballaggi in plastica e verde leggero.

Gli utenti dovranno esporre il contenitore, quando pieno, in prossimità della pubblica via, in posizione raggiungibile e facilmente visibile secondo il regolamento di servizio descritto nel calendario della raccolta domiciliare 2016.

Prosegue nel mese di aprile:

  • la distribuzione da parte di Geovest dei contenitori per le utenze non domestiche che hanno necessità di una dotazione diversa da quella standard
  • la raccolta delle richieste di attivazione del servizio per pannolini e pannoloni ai fini dell'attivazione del doppio ritiro o dell'aumento di volumetria. Le famiglie riceveranno una comunicazione da parte di Geovest che riporterà la data di inizio del servizio a loro dedicato.

Si ricorda che i cassonetti stradali non saranno rimossi prima della conclusione di queste due fasi. 

Per consultare il calendario leggi qui oppure scarica il calendario della raccolta differenziata su smartphone! L'applicazione gratuita chiamata IoRiciclo per Apple e Android per sapere cosa conferire il giorno successivo, per scoprire i punti di raccolta dell’olio vegetale più vicini a te, conoscere gli orari del Centro di Raccolta e ricevere comunicazioni importanti sul servizio.

Invitiamo i cittadini che non avessero ancora ritirato il contenitore del rifiuto indifferenziato a recarsi oggi e domani al Centro Sociale Primo Maggio per ritirare gratuitamente il contenitore dotato di chip per la raccolta individuale:

  • venerdì 1 aprile 2016 dalle 16.00 alle 20.00 
  • sabato 2 aprile 2016 dalle 9.00 alle 18.00 

Maggiori informazioni nella sezione delle news.

 

Chiudi articolo

22
mar
Il giorno 2 aprile giro straordinario del rifiuto indifferenziato a Crevalcore

In seguito all'accorpamento di alcune zone del calendario delle raccolte e alla conseguente variazione della g...

Leggi Tutto

In seguito all'accorpamento di alcune zone del calendario delle raccolte e alla conseguente variazione della giornata di servizio si informano gli utenti che il giorno sabato 2 aprile verrà effettuato un giro straordinario di raccolta del rifiuto indifferenziato nella nuova zona 1 Centro storico, abitato e Località che costituisce il raggruppamento delle vecchie zone 1, 2, 3, e 4.

Chiudi articolo

22
mar
Il giorno 1 aprile giro straordinario del rifiuto indifferenziato a San Giovanni in Persiceto

In seguito all'accorpamento di alcune zone del calendario delle raccolte e alla conseguente variazione della g...

Leggi Tutto

In seguito all'accorpamento di alcune zone del calendario delle raccolte e alla conseguente variazione della giornata di servizio si informano gli utenti che il giorno venerdì 1 aprile verrà effettuato un giro straordinario di raccolta del rifiuto indifferenziato nella zona 3 Centro abitato e nella nuova zona 6 Centro storico che costituisce il raggruppamento delle vecchie zone 7 e 8.

Chiudi articolo

14
mar
Dal 1 aprile cambiano gli orari di apertura dei Centri di Raccolta di Calderara di Reno

Per facilitare ai cittadini il conferimento dei materiali, a partire da venerdì 1 aprile cambiano gli o...

Leggi Tutto

Per facilitare ai cittadini il conferimento dei materiali, a partire da venerdì 1 aprile cambiano gli orari di apertura dei Centri di Raccolta (ex Stazioni ecologiche) di Calderara, via Armaroli 18 e del Bargellino, via Finelli 2.

I nuovi orari di apertura sono:

CdR Calderara - Via Armaroli n.18

martedì dalle 8.00 alle 12.30;  
giovedì dalle 8,30 alle 12.30; 
sabato dalle 8.00 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 17.00.

CdR Bargellino - Via Finelli n. 2

lunedì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 17.00; 
mercoledì e venerdì dalle 8.30 alle 12.30; 
giovedì dalle 13.30 alle 17.00.

Al Centro di raccolta si può portare tutto il materiale proveniente dalla raccolta differenziata domestica, i rifiuti ingombranti, i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche e i rifiuti nocivi (vernici, contenitori di prodotti infiammabili o tossici, batterie auto, olio minerale).

Ricordiamo che dal 30 aprile 2016 sarà possibile accedere ai Centri di raccolta solo se in possesso della CDR PASS. Chi non l’avesse ricevuta entro tale data può farne richiesta al numero verde di Geovest 800.276650 o per e-mail: info@geovest.it

Chiudi articolo

10
mar
Parte oggi l'attività di comunicazione sul Comune di Argelato

Partirà il 17 maggio 2016 la raccolta domiciliare del rifiuto indifferenziato e del verde leggero ...

Leggi Tutto

Partirà il 17 maggio 2016 la raccolta domiciliare del rifiuto indifferenziato e del verde leggero nei centri abitati.

Il cassonetto stradale dell’indifferenziato sarà eliminato e sarà istituito un nuovo servizio di ritiro a domicilio del rifiuto indifferenziato con modalità analoghe al servizio porta a porta già presente per carta, imballaggi in plastica. Il servizio prevede anche la riorganizzazione della raccolta dell'organico con l'attivazione della raccolta del verde leggero a domicilio. 

Gli utenti dovranno esporre i contenitori, quando pieni, in prossimità della pubblica via, in posizione raggiungibile e facilmente visibile secondo il regolamento di servizio descritto nel calendario della raccolta domiciliare 2016. La frequenza del ritiro sarà settimanale per l'indifferenziato, per il verde leggero e per la plastica. La frequenza del ritiro della carta sarà quindicinale.

Le utenze domestiche con esigenze particolari (pannolini, pannoloni, materiale sanitario) potranno utilizzare i contenitori stradali che verranno posizionati sul territorio. I contenitori saranno dotati di chiave. Per richiedere la chiave compilare il modulo e consegnarlo allo Sportello Geovest.

Le utenze non domestiche con esigenze particolari potranno ricevere contenitori di maggiori dimensioni o ricevere servizi adeguati.

L'Ecomobile

E' istituito un servizio itinerante di raccolta del rifiuto indifferenziato che staziona in diversi punti del territorio e sarà presente fino alla fine dell'anno nei seguenti punti:

  • VOLTARENO (parcheggio lato case) dalle 8 alle 8.30
  • ARGELATO piazza di fronte al Municipio dalle 8.45 alle 9.45
  • FUNO piazza della stazione dalle 10 alle 11 e parcheggio Conad dalle 11.15 alle 12.00

Per utilizzare il servizio, che è gratuito, basterà presentarsi con la tessere Geovest (CDRPASS). Le utenze che l'avesso smarrita o non ne fossero in possesso devono farne richiesta all'ufficio Geovest.

Cosa cambia nella raccolta del rifiuto organico

I cassonetti dell’organico saranno sostituiti da contenitori più piccoli di prossimità con serratura che resteranno stradali. Saranno così sempre disponibili, più vicini alle utenze e più protetti da conferimenti errati. La chiave farà parte della dotazione consegnata a ogni utenza. Ad ogni utenza, che ne fosse ancora sprovvista, sarà consegnata una pattumella areata da 7 litri e sacchetti biodegradabili per raccogliere gli scarti di cucina.

A partire dal 17 Maggio 2016 sarà attivo il servizio di ritiro a domicilio degli sfalci verdi e di piccole fascine. Gli utenti che vorranno aderire al servizio riceveranno un contenitore carrellato di adeguata volumetria o sacchi in materiale compostabile. 

I tutor rileveranno la richiesta di una dotazione che sarà consegnata a domicilio nel corso del mese di maggio. Per informazioni scrivere a info@geovest.it o chiamare il numero verde.

I punti di distribuzione dei contenitori

Nel mese di aprile verranno istituti dei punti di distribuzione dei contenitori per la raccolta del rifiuto indifferenziato. Ogni contenitore sarà associato ad un’utenza specifica. 

Invitiamo i cittadini a recarsi nei luoghi di seguito indicati per ritirare gratuitamente il contenitore dotato di chip per la raccolta individuale del rifiuto indifferenziato nelle seguenti date:

giovedì 14/04/2016 dalle ore 15,00 alle ore 19,00 Argelato, Sala Servizi alla Persona
venerdì 15/04/2016 dalle ore 15,00 alle ore 19,00 Argelato, Sala Servizi alla Persona
sabato 16/04/2016 dalle ore 10,00  alle ore 18,00 Argelato, Sala Servizi alla Persona
giovedì 21/04/2016 dalle ore 15,00 alle ore 19,00 Funo, Sala Civica (sopra la farmacia)
venerdì 22/04/2016 dalle ore 9,00 alle ore 13,00 Funo, Sala Civica (sopra la farmacia)
sabato 23/04/2016 dalle ore 14,00 alle ore 18,00 Funo, Sala Civica (sopra la farmacia)
domenica 24/04/2016 dalle ore 10,00 alle ore 18,00 Funo, Sala Civica (sopra la farmacia)
giovedì 28/04/2016 dalle ore 15,00 alle ore 19,00, Funo, Sala Civica (sopra la farmacia)
venerdì 29/04/2016 dalle ore 9,00 alle ore 13,00, Funo, Sala Civica (sopra la farmacia)
sabato 30/04/2016 dalle ore 14,00 alle ore 18,00 Funo, Sala Civica (sopra la farmacia)

Ricordiamo che è necessario provvedere al ritiro del contenitore perché a partire dal 17 maggio 2016 verranno raccolti solo i rifiuti conferiti all’interno del contenitore grigio. 

Per ritirare il contenitore è necessario compilare il modulo sul retro della lettera che arriverà a domicilio e consegnarla agli addetti alla distribuzione. Il contenitore può essere ritirato dall’utente intestatario della TA.RI (tassa rifiuti) o da un familiare. In caso di impossibilità al ritiro è possibile delegare un conoscente compilando anche il talloncino presente sul retro.

Le utenze non domestiche con necessità particolari riceveranno i contenitori a domicilio.

Scarica il calendario della raccolta differenziata su smartphone!

Con IoRiciclo, applicazione gratuita per Apple e Android, il calendario è sempre con te: scaricala per sapere cosa conferire il giorno successivo, per scoprire i punti di raccolta dell’olio vegetale più vicini  a te, conoscere gli orari  del Centro di Raccolta e ricevere comunicazioni importanti sul servizio.

Chiudi articolo

04
mar
San Giovanni in Persiceto. Dal 1 aprile cambiano le zone e i giorni di raccolta

Da venerdì 1 aprile a Persiceto verranno accorpate alcune zone del servizio di raccolta rifiuti porta a...

Leggi Tutto

Da venerdì 1 aprile a Persiceto verranno accorpate alcune zone del servizio di raccolta rifiuti porta a porta. Per informare i cittadini dei cambiamenti di costituzione delle zone e quindi dei giorni di raccolta, Geovest sta distribuendo in questi giorni a tutte le famiglie un nuovo calendario, dal formato diverso rispetto a quello precedente, con l’indicazione delle modifiche che riguarderanno però solo alcune zone del territorio.

Dopo ormai 6 anni dall'avvio del servizio di raccolta rifiuti con modalità porta a porta, per ottimizzare i percorsi e razionalizzare i costi, Geovest ha deciso di modificare la composizione di alcune zone e di conseguenza i giorni di raccolta. Nello specifico:

  • le zone 5 e 6 confluiranno in un’unica zona denominata zona 5
  • le zone 7 e 8 confluiranno in un’unica zona denominata zona 6
  • rimarranno invariate le zone 1, 2 , 3, 4, forese Nord e forese Sud.

Per conoscere i nuovi giorni di raccolta, i cittadini che abitano nelle zone attualmente denominate 5, 6, 7 e 8 sono quindi invitati a cercare la loro nuova zona di appartenenza e la nuova tempistica nel calendario che, stampato in un nuovo formato, viene distribuito in questi giorni a tutte le famiglie. Le modifiche saranno attive da venerdì 1 aprile.

Il comune di San Giovanni in Persiceto e Geovest ringraziano i cittadini per la collaborazione. 

Per informazioni o chiarimenti è possibile rivolgersi a Geovest chiamando il numero verde 800.276650.

 

Chiudi articolo

04
mar
Crevalcore. Dal 1 aprile cambiano le zone e i giorni di raccolta

Da venerdì 1 aprile a Crevalcore verranno accorpate alcune zone del servizio di raccolta rifiuti p...

Leggi Tutto

Da venerdì 1 aprile a Crevalcore verranno accorpate alcune zone del servizio di raccolta rifiuti porta a porta. Per informare i cittadini dei cambiamenti di costituzione delle zone e quindi dei giorni di raccolta, Geovest sta distribuendo in questi giorni, attraverso le Poste Italiane, a tutte le famiglie un nuovo calendario, dal formato diverso rispetto a quello precedente, con l’indicazione delle modifiche che riguarderanno però solo alcune zone del territorio.

Dopo ormai 7 anni dall'avvio del servizio di raccolta rifiuti con modalità porta a porta, per ottimizzare i percorsi e razionalizzare i costi, Geovest ha deciso di modificare la composizione di alcune zone e di conseguenza i giorni di raccolta. Nello specifico:

  • le zone 1, 2, 3 e 4 confluiranno in un’unica zona denominata zona 1
  • la zona 5 confluirà nella zona 2
  • le zone 6 e 7 confluiranno in un’unica zona denominata zona 3

Per conoscere i nuovi giorni di raccolta i cittadini sono quindi invitati a cercare la loro nuova zona di appartenenza e la nuova tempistica nel calendario che, stampato in un nuovo formato, viene distribuito in questi giorni a tutte le famiglie. Le modifiche saranno attive da venerdì 1 aprile.

Il comune di Crevalcore e Geovest ringraziano i cittadini per la collaborazione. 

Per informazioni o chiarimenti è possibile rivolgersi a Geovest chiamando il numero verde 800.276650.

 

Chiudi articolo

26
feb
SCIOPERO lavoratrici e lavoratori cooperazione sociale 3 marzo 2016

Visto lo sciopero proclamato nella giornata di giovedì 3 marzo 2016 dalle organizzazioni Fp Cgil, Cisl ...

Leggi Tutto

Visto lo sciopero proclamato nella giornata di giovedì 3 marzo 2016 dalle organizzazioni Fp Cgil, Cisl Fp e Fisacat Cisl rivolto ai lavoratori delle Cooperative Sociali per le prime 4 ore di ciascun turno di lavoro si avvisa che il personale impiegato nei servizi di raccolta dei rifiuti potrebbe aderire.

Qualora pertanto i servizi non rispettassero la programmazione il loro recupero sarà effettuato nel più breve tempo possibile.

I cittadini possono lasciare esposti i contenitori o sacchi per consentirci il recupero della raccolta.

 

Chiudi articolo

24
feb
Al via la campagna informativa sul nuovo servizio di raccolta domiciliare del rifiuto indifferenziato nel Comune di Castel Maggiore

Partirà il 31 marzo 2016 la raccolta nei centri abitati. Il cassonetto stradale dell’indiffe...

Leggi Tutto

Partirà il 31 marzo 2016 la raccolta nei centri abitati. Il cassonetto stradale dell’indifferenziato sarà eliminato e sarà istituito un nuovo servizio di ritiro a domicilio del rifiuto indifferenziato con modalità analoghe al servizio porta a porta già presente per carta, imballaggi in plastica e verde leggero. 

Gli utenti dovranno esporre i contenitori, quando pieni, in prossimità della pubblica via, in posizione raggiungibile e facilmente visibile secondo il regolamento di servizio descritto nel calendario della raccolta domiciliare 2016. La frequenza del ritiro sarà settimanale. 

La distribuzione dei contenitori

Nel mese di marzo verranno istituti dei punti di distribuzione dei contenitori per la raccolta del rifiuto indifferenziato. Ogni contenitore sarà associato ad un’utenza specifica. 

Invitiamo i cittadini a recarsi nei luoghi di seguito indicati per ritirare gratuitamente il contenitore dotato di chip per la raccolta individuale del rifiuto indifferenziato

  • Centro sociale “Contea Malossi” Via Lame, n. 95 località Trebbo di Reno
  • Centro sociale “Pertini”, via Lirone, Castel Maggiore 
  • Centro sociale  “Villa Salina” località Primo Maggio

nelle seguenti date:

  • giovedì 3 marzo 2016 dalle 16.00 alle 20.00 presso il Centro sociale Trebbo
  • venerdì 4 marzo 2016 dalle 16.00 alle 20.00 presso il Centro sociale Trebbo
  • sabato 5 marzo 2016 dalle 9.00 alle 18.00 presso il Centro sociale Trebbo
  • giovedì 10 marzo 2016 dalle 14.00 alle 17.30 presso il Centro sociale Pertini
  • venerdì 11 marzo 2016 dalle 15.00 alle 19.00 presso il Centro sociale Pertini
  • sabato 12 marzo 2016 dalle 9.00 alle 18.00 presso il Centro sociale Pertini
  • domenica 13 marzo 2016 dalle 9.00 alle 17.00 presso il Centro sociale Pertini
  • giovedì 17 marzo 2016 dalle 14.00 alle 17.30 presso il Centro sociale Pertini
  • venerdì 18 marzo 2016 dalle 15.00 alle 19.00 presso il Centro sociale Pertini
  • sabato 19 marzo 2016 dalle 9.00 alle 18.00 presso il Centro sociale Pertini
  • domenica 20 marzo 2016 dalle 9.00 alle 17.00 presso il Centro sociale Pertini
  • giovedì 31 marzo 2016 dalle 16.00 alle 20.00 presso il Centro sociale Primo Maggio
  • venerdì 1 aprile 2016 dalle 16.00 alle 20.00 presso il Centro sociale Primo Maggio
  • sabato 2 aprile 2016 dalle 9.00 alle 18.00 presso il Centro sociale Primo Maggio


Ricordiamo che è necessario provvedere al ritiro del contenitore perché a partire dal 7 aprile 2016 verranno raccolti solo i rifiuti conferiti all’interno del contenitore grigio. 

Per ritirare il contenitore è necessario compilare il modulo sul retro della lettera che arriverà a domicilio e consegnarla agli addetti alla distribuzione. Il contenitore può essere ritirato dall’utente intestatario della TA.RI (tassa rifiuti) o da un familiare. In caso di impossibilità al ritiro è possibile delegare un conoscente compilando anche il talloncino presente sul retro.

Le utenze non domestiche con necessità particolari riceveranno i contenitori a domicilio.

Utenze con necessità particolari

Le utenze domestiche con esigenze particolari (pannolini, pannoloni, materiale sanitario) e specifiche utenze non domestiche potranno ricevere contenitori di maggiori dimensioni o ricevere servizi adeguati facendone richiesta.

Ad ogni utenza, che ne fosse ancora sprovvista, sarà consegnata una pattumella areata da 7 litri e sacchetti biodegradabili per raccogliere gli scarti di cucina. La nuova pattumella ha il 35% di pareti forate per permettere una maggiore areazione del materiale e quindi una forte riduzione delle condizioni che producono il cattivo odore.

Dopo la prima fornitura le utenze domestiche potranno reperire gratuitamente i sacchetti biodegradabili presso:

  • Centro di Raccolta di via Lirone, 30
  • Sportello Rifiuti presso l’URP, Piazza Pace 
  • Centro Sociale di Trebbo via Lame, 99 
  • Centro Sociale Ezio Antinori via Primo Maggio, 14

Possono essere riutilizzati anche sacchetti di carta, le borse della spesa in materiale compostabile (es. mater-bi).

Domande e affermazioni più frequenti

Cosa devo fare per ritirare il contenitore?

Per ritirare i contenitori il cittadino deve avere la lettera che riceverà a casa avente ad oggetto: distribuzione contenitori per la raccolta del rifiuto indifferenziato e compilare nel retro la parte dedicata a: MODULO DI RITIRO, TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI e DELEGA AL RITIRO (da compilare solo in caso di delega)

Se non ho ricevuto la lettera come faccio a ritirare il bidone?

Se non è arrivata la lettera a casa e le utenze sono regolarmente iscritte possono recarsi ai punti di distribuzione rivolgendosi al punto informativo consegnando una copia della denuncia di iscrizione alla TaRi. Se non è arrivata la lettera perché i cittadini non sono iscritti alla TaRi devono recarsi allo sportello per fare l’iscrizione.

Posso fare a meno di ritirare i contenitori?

I contenitori grigi per il rifiuto indifferenziato sono indispensabili per il conferimento dei rifiuti e devono essere ritirati per ogni abitazione o attività.

I contenitori domiciliari sono personalizzati?

I contenitori possono essere personalizzati e l'utente può renderli identificabili apponendovi un segno di riconoscimento. E’ importante farlo perché i contenitori contengono un transponder che li associa all’utenza alla quale è stato consegnato in preparazione dell’attivazione della tariffa puntuale, quindi è importante che ogni utenza riconosca ed utilizzi il proprio contenitore.

Cosa si deve fare se si rompe un contenitore?

I bidoni sono assegnati in comodato d’uso gratuito, quindi ogni utente deve gestirli con cura. In caso di rottura per cause accidentali può essere richiesta al Numero Verde la sostituzione. Al momento della consegna del nuovo contenitore deve essere restituito quello danneggiato.

Se una famiglia si trasferisce, sempre all’interno dello stesso Comune, il kit dei contenitori segue la famiglia?

Occorre recarsi allo Sportello della Ta.Ri per segnalare il cambio di residenza. Il contenitore dell’indifferenziato verrà trasferito alla nuova posizione tariffaria perché sono associati a quella utenza specifica e verrà inoltre valutata la necessità di inserire servizi aggiuntivi.

Posso mettere in strada i contenitori o sacchi quando voglio?

No, per ragioni di decoro urbano e di rispetto delle regole del servizio. Soprattutto nei centri abitati è necessario esporre sacchi e bidoni il più tardi possibile I contenitori/sacchi devono essere custoditi in proprietà privata ed esposti, pieni, in prossimità della pubblica via solamente la sera precedente al giorno di raccolta e comunque non oltre le ore 5.00 del giorno previsto. Per le attività commerciali, gli studi, gli uffici e le aziende l’esposizione può avvenire al momento della chiusura.

Ho esposto regolarmente il mio contenitore/sacco ma non è stato ritirato e non c’è nessun avviso che mi spieghi il motivo, come devo comportarmi?

Il ritiro avviene generalmente nell’arco della mattinata, ma in casi eccezionali la raccolta può proseguire nel pomeriggio. Se si ritiene di aver esposto correttamente il contenitore/sacco e tuttavia non è stato raccolto è bene segnalarlo al Numero Verde.

Ho un bambino piccolo che usa pannolini. La frequenza di una volta a settimana è troppo poco, come posso fare?

Per chi ha in casa bambini fino ai 3 anni di età o persone adulte che per ragioni di salute fanno uso continuativo di pannoloni, è istituito un servizio specifico che dà la possibilità agli utenti di avere un doppio ritiro settimanale o un contenitore del volume di 120 litri. 

L’organico in che tipo di sacchetti va raccolto?

E’ importante saper distinguere tra sacchetti classificati solo come ‘biodegradabili’ (che sono sempre in plastica, seppure additivati con una sostanza che li rende più velocemente disintegrabili a contatto con l’aria) e sacchetti in mater-bi, che sono sia biodegradabili che compostabili e sono riconoscibili dal marchio mater-bi.

E’ possibile riutilizzare le borse della spesa compostabili (mater-bi, bioplastiche) che vengono distribuite in tanti negozi o supermercati per la raccolta dell’umido in cucina. Possono essere utilizzati anche dei sacchetti in carta. 

Quando finisco i sacchi devo acquistarli o me ne vengono consegnati altri?

I sacchi per gli imballaggi in plastica e di mater-bi per il rifiuto organico possono essere reperiti presso: • Centro di Raccolta via Lirone, • Sportello Geovest presso la sede comunale,

• Centro Sociale, via Lirone, 30, • Centro Sociale di Trebbo via Lame, 99 - Centro Sociale Ezio Antinori via Primo Maggio, 14.

I sacchi per il verde leggero possono essere chiesti inviando mail a info@geovest.it o telefonando al Numero Verde. I sacchi viola del doppio ritiro del rifiuto indifferenziato (per chi ha effettuato l’iscrizione al servizio) devono essere richiesti inviando mail a info@geovest.it o telefonando al Numero Verde.

Quando parte il servizio?

Il primo giorno di raccolta del rifiuto indifferenziato è il 31 marzo per le zone 4 e 5, il 1 aprile per le zone 1 e 2 e il 2 aprile per la zona 3.

Dove metto i rifiuti organici?

I rifiuti organici devono essere raccolti dentro i sacchetti in materiale biodegradabile (Mater-Bi); i sacchetti pieni dovranno essere depositati ben chiusi dentro il contenitore marrone dell’organico che resta stradale.

Scarica il calendario della raccolta differenziata su smartphone!

Con IoRiciclo, applicazione gratuita per Apple e Android, il calendario è sempre con te: scaricala per sapere cosa conferire il giorno successivo, per scoprire i punti di raccolta dell’olio vegetale più vicini  a te, conoscere gli orari  del Centro di Raccolta e ricevere comunicazioni importanti sul servizio.

Informativa in lingua

Leggi le regole del servizio in lingua inglese, francese e araba.

Chiudi articolo

22
feb
Calderara di Reno: a partire dal 7 marzo parte il nuovo servizio di raccolta del verde leggero

A seguito della partenza del “porta a porta” dell’indifferenziato, dal 7 marzo 2016 par...

Leggi Tutto

A seguito della partenza del “porta a porta” dell’indifferenziato, dal 7 marzo 2016 parte il nuovo servizio di ritiro domiciliare del verde leggero per i residenti nelle zone dei centri abitati.

MODALITÀ DI ISCRIZIONE E PAGAMENTO DEI SERVIZI

Il servizio è a pagamento e richiede un contributo anticipato, a parziale copertura dei costi. È possibile iscriversi al servizio di raccolta del verde leggero:

  • telefonando al Numero Verde 800 276650 
  • inviando una e-mail all’indirizzo info@geovest.it

Al momento dell’iscrizione deve essere comunicato il proprio codice fiscale.

Il pagamento del servizio deve essere anticipato. Il contributo, a parziale copertura dei costi è pari a € 25 + IVA (per il contenitore da 240 l) e di € 70 + IVA (per il contenitore da 660 l) annui.

Il pagamento potrà essere eseguito nei seguenti modi:

  • Bonifico bancario presso Poste Italiane IBAN IT92S0760112900000047044078
  • Bollettino postale inviato all’utente per posta elettronica 

Nelle causali di pagamento inserire la dicitura: “SERVIZIO VERDE LEGGERO” seguito dal proprio CODICE FISCALE.

L’iscrizione al servizio viene effettuata una volta sola, mentre l’esecuzione del servizio è subordinata al pagamento della quota annuale da versare entro il 31 gennaio dell’anno di competenza. 

Per cancellare l’iscrizione è necessario inviare l’apposito modulo di recesso a GEOVEST, entro e non oltre il 31 gennaio dell’anno di competenza. 

LE REGOLE DEL SERVIZIO

Il servizio è attivo dalla prima settimana di marzo alla seconda settimana di dicembre di ogni anno. I contenitori vanno esposti, solo quando pieni, sulla pubblica via davanti all’abitazione, la sera precedente il giorno di ritiro.

Si ricorda che è possibile continuare a consegnare gratuitamente il verde leggero e le potature ai Centri di Raccolta.

In particolare, le potature sono accettate solo se conferite direttamente dagli utenti o da imprese di manutenzione del verde purché in possesso della carta d’identità originale (non fotocopia) del cittadino produttore degli scarti. 

 

Chiudi articolo

14
gen
Modifica degli orari di apertura dello sportello Geovest di Ravarino

Si informano gli utenti che a partire dal mese di febbraio 2016 l'apertura dello sportello di Geovest, ne...

Leggi Tutto

Si informano gli utenti che a partire dal mese di febbraio 2016 l'apertura dello sportello di Geovest, nella giornata di martedì, verrà posticipata alle ore 8,30.

Chiudi articolo

24
dic
Chiusure uffici e Centri di Raccolta per festività

Gli uffici:giovedì 24 dicembre gli uffici saranno chiusi a partire dalle ore 13giovedì ...

Leggi Tutto

Gli uffici:

  • giovedì 24 dicembre gli uffici saranno chiusi a partire dalle ore 13
  • giovedì 31 Dicembre 2015 gli uffici resteranno chiusi per l'intera giornata per la Festività del Patrono.

I Centri di Raccolta:

  • giovedì 24 dicembre per l’intero turno pomeridiano sono interessati tutti i Centri di raccolta
  • giovedì 31 dicembre tutti i Centri di Raccolta resteranno chiusi l'intera giornata per festività Patronale (Santo Patrono di Crevalcore).

 

 

Chiudi articolo

24
dic
L’Altro gestore. Quelli di Geovest e l’elogio del pubblico

Non solo Hera. Ai grattacapi dei sindaci imbrigliati nei rendiconti ‘pazzi’ dei rifiuti, c'è...

Leggi Tutto

Non solo Hera. Ai grattacapi dei sindaci imbrigliati nei rendiconti ‘pazzi’ dei rifiuti, c'è chi assiste distaccato rispetto a quanto sta avvenendo. Sono gli undici Comuni (8 del Bolognese, 3 del Modenese) che si rifanno a un altro gestore, Geovest, fino a poco fa interamente pubblico. Dal 2016 la società per legge dovrà diventare mista e le amministrazioni interessate hanno già fatto subentrare una cordata di privati e coop impiegate nel settore dei rifiuti che hanno acquistato il 20% delle quote. Geovest però non è quotata in Borsa e secondo i sindaci le differenze con Hera si sentono. ‘La nostra non vuole essere una contrapposizione netta, però è anche vero che questa esperienza è d’aiuto per la Regione che può così comparare due differenti performance’, sostiene il sindaco di Crevalcore Claudio Broglia. Essendo solo in 11 Comuni, l'interlocuzione con il gestore è molto più semplice e diretta. Mediamente i nostri cittadini pagano un po’ meno, ma a far la differenza - dice Broglia - è la qualità del servizio: chi ha da lamentarsi viene da noi in Comune e in poco tempo riceve risposta’.

Oltre a Crevalcore ci sono Anzola, Calderara, Castelmaggiore, Sala Bolognese, San Giovanni in Persiceto, Sant'Agata, Nonantola, Finale, Ravarino. E poi Argelato, guidato dal sindaco Claudia Muzic: ‘A me non è mai accaduto di modificare il bilancio di previsione di spesa che ci venivano fornite’, racconta. Tutti soddisfatti e nessuno intenzionato a cambiare con un gestore più grande. ‘Io mi trovo bene - racconta Belinda Gottardi, sindaco di Castel Maggiore - certo non sono sempre rose e fiori ma non ho mai pensato di cambiare’. Oltre alla multiutility Hera e Geovest nel Bolognese esiste anche Cosea Ambiente, un terzo gestore totalmente pubblico che lavora con 24 Comuni dell'Appennino Tosco-Emiliano come Vergato e Grizzana Morandi.

B.P.

Articolo pubblicato sul Corriere di Bologna Domenica 20 Dicembre 2015.

 

Chiudi articolo

23
dic
Chiusura dello Sportello Ta.Ri di Castel Maggiore

Si avvisano gli utenti del Comune di Castel Maggiore che a partire dal 1 gennaio 2016 la Tassa Rifiu...

Leggi Tutto

Si avvisano gli utenti del Comune di Castel Maggiore che a partire dal 1 gennaio 2016 la Tassa Rifiuti verrà gestita direttamente dal comune di Castel Maggiore.

Per informazioni anche relative al servizio rifiuti è possibile rivolgersi allo sportello negli orari e nei giorni indicati nella sezione Tributi del Comune.   

Chiudi articolo

23
dic
Chiusura dello Sportello Ta.Ri di Finale Emilia

Si avvisano gli utenti del Comune di Finale Emilia che a partire dal 01/01/2016 lo sportello Geovest verr&agra...

Leggi Tutto

Si avvisano gli utenti del Comune di Finale Emilia che a partire dal 01/01/2016 lo sportello Geovest verrà chiuso.

Per informazioni relative alla Tassa Rifiuti gli utenti sono pregati di rivolgersi all’ufficio comunale sito in via Montegrappa, 6 (presso la sede provvisoria del Municipio) o visitare la sezione online del Servizio Tributi del Comune.

Per informazioni, segnalazioni o richieste relative al servizio di raccolta gli utenti possono contattare Geovest al numero verde gratuito 800.276650 (Lun/merc/ven 8.45-12.45 – mart/giov 8.45-12.45  14-16.30 – sab 8.45 – 12.45) o attraverso mail a info@geovest.it.

Chiudi articolo

23
dic
Calderara di Reno: prosegue a gennaio la distribuzione dei contenitori per la raccolta del rifiuto indifferenziato

Si avvisano i cittadini del Comune di Calderara di Reno che prosegue la distribuzione dei contenitori per il r...

Leggi Tutto

Si avvisano i cittadini del Comune di Calderara di Reno che prosegue la distribuzione dei contenitori per il rifiuto indifferenziato per tutti coloro che non sono riusciti a ritirare il contenitore nei giorni programmati del mese di dicembre.  La distribuzione è rivolta anche a tutti i cittadini che si sono iscritti alla Tari tra i mesi di marzo e dicembre 2015.

Saranno attivi altri due punti di distribuzione presso la ex Scuola materna di Via Roma a Calderara:

  • il 22 gennaio 2016 dalle 16 alle 20
  • il 23 gennaio 2016 dalle 9 alle 16

Invitiamo tutti i cittadini interessati a recarsi nei giorni e nel luogo indicato per ritirare gratuitamente il contenitore dotato di chip per la raccolta individuale del rifiuto indifferenziato.

Ricordiamo che è obbligatorio provvedere al ritiro del contenitore perché a partire dal giorno di attivazione del servizio saranno raccolti solo i rifiuti conferiti all’interno del contenitore grigio

 

Chiudi articolo

21
dic
Chiusure degli Sportelli della Ta.Ri. nel periodo delle festività Natalizie

Si comunicano ai cittadini le variazioni che interesseranno alcuni uffici della Ta.Ri nel periodo Nataliz...

Leggi Tutto

Si comunicano ai cittadini le variazioni che interesseranno alcuni uffici della Ta.Ri nel periodo Natalizio:

Anzola dell'Emilia

  • giovedì 24 dicembre ufficio aperto la mattina dalle 8.30 alle 13.00; pomeriggio chiuso
  • giovedì 31 dicembre ufficio chiuso per la Festività del Patrono

Sala Bolognese

  • giovedì 24 dicembre ufficio aperto la mattina dalle 8.30 alle 13.00; pomeriggio chiuso
  • giovedì 31 dicembre ufficio chiuso per la Festività del Patrono 

S. Agata Bolognese

  • giovedì 31 dicembre ufficio chiuso per la Festività del Patrono
  • sabato 2 gennaio 2016 ufficio chiuso        

Ravarino          

  • giovedì 24 dicembre ufficio chiuso
  • giovedì 31 dicembre ufficio chiuso per la Festività del Patrono 

Finale Emilia    

  • giovedì 24 dicembre ufficio chiuso
  • giovedì 31 dicembre ufficio chiuso per la Festività del Patrono 

Nonantola        

  • giovedì 31 dicembre ufficio chiuso per la Festività del Patrono
  • sabato 2 gennaio 2016 ufficio chiuso 

 

Chiudi articolo

10
dic
Parte oggi nelle scuole il concorso Diventa il nostro ERAEE

Parte oggi l'iniziativa promossa da Geovest e dal Centro di Coordinamento RAEE avente lo scopo di favorire la ...

Leggi Tutto

Parte oggi l'iniziativa promossa da Geovest e dal Centro di Coordinamento RAEE avente lo scopo di favorire la capillarizzazione della raccolta dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) di origine domestica.

Il progetto si rivolge agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado presenti sul territorio di Geovest e terminerà il 15 maggio 2016.

Hanno aderito 46 plessi e saranno coinvolti circa 15.000 studenti. 

I ragazzi dovranno raccogliere i piccoli RAEE appartenenti al raggruppamento 4 (dimesioni massime 25x25 cm) che in casa non usano più, portarli a scuola e gettarli nei contenitori dedicati.

L’elenco delle tipologie dei rifiuti conferibili è questo:

  • Ferri da stiro, tostapane, friggitrici, frullatori, macina caffè elettrici
  • Apparecchi tagliacapelli, asciugacapelli, spazzolini da denti elettrici, rasoi elettrici, apparecchi per massaggi
  • Sveglie, orologi da polso o da tasca
  • Bilance
  • Mouse, tastiera, notebook, agende elettroniche, tablet, e-reader 
  • i-Pod, lettori MP3
  • Calcolatrici tascabili e da tavolo, proiettori
  • Telefoni, telefoni senza filo, telefoni cellulari, caricabatteria
  • Segreterie telefoniche, fax, apparecchi radio
  • Videocamere, videoregistratori e apparecchi per la riproduzione video in genere
  • Registratori musicali, amplificatori audio
  • Strumenti musicali elettrici ed elettronici
  • Apparecchi di illuminazione (escluse le lampadine a basso consumo, al neon e fluorescenti)
  • Strumenti per saldare e brasare
  • Treni elettrici e auto giocattolo, giocattoli elettrici in genere
  • Consolle di videogiochi portatili, videogiochi
  • Micro computer per ciclismo, immersioni subacquee, corsa, canottaggio, ecc.
  • Apparecchi per misurare la pressione, termometri digitali, apparecchi per aerosol

Al termine del progetto verrà stilata una classifica delle scuole partecipanti: le scuole che, in proporzione al numero degli studenti, avranno raccolto il maggior quantitativo di piccoli RAEE (raggruppamento 4) verranno premiate con attrezzature didattiche del valore riportato nel seguente prospetto:

Istituti comprensivi o Direzioni didattiche:

  • Primo classificato € 1.500
  • Secondo classificato € 1.000
  • Terzo classificato € 500

Istituti superiori

  • Primo classificato € 1.500

E' prevista anche la FOTO CLASSE RAEE! Ai ragazzi viene chiesto di prendere uno dei tanti piccoli elettrodomestici (quelli del raggruppamento 4) e fotografalo insieme alla sua classe in una posa insolita e pazza. Mandare la foto a info@geovest.it e quella più divertente e più green sarà premiata con un simpatico omaggio per tutta la classe!

Tutte le foto saranno pubblicate sul sito.

Leggi il volantino, l'adesivo con l'elenco dei materiali ammessi o guarda la locandina.

Chiudi articolo

20
ott
Premiati i Comuni virtuosi nella gestione rifiuti. San Giovanni in Persiceto il comune con migliore raccolta differenziata.

Si è tenuto ieri a Parma il convegno “Ridurre il rifiuto e recuperare materia, per un’econo...

Leggi Tutto

Si è tenuto ieri a Parma il convegno “Ridurre il rifiuto e recuperare materia, per un’economia circolare” e la premiazione della VIII edizione di “Comuni Ricicloni dell’Emilia-Romagna”, edizione regionale della storica iniziativa nata nel 1994 a livello nazionale, che premia i migliori risultati conseguiti nel 2014 dalle amministrazioni comunali in tema di gestione dei rifiuti urbani.

Nel corso della mattinata, oltre alla premiazione dei Comuni modello nella gestione rifiuti, sono stati approfonditi principali cardini dell’economia circolare, un modello economico che pone al centro la sostenibilità del sistema, dove tutte le attività, a partire dall’estrazione e dalla produzione di beni materiali, sono organizzate in modo che non ci siano prodotti di scarto e le materie siano, viceversa, costantemente riutilizzate.

I risultati delle amministrazioni premiate: sono 19 le amministrazioni sopra il 75% di RD, e 92 quelle che vanno oltre il 65%, con ben 43 comuni che smaltiscono meno di 150 kg/abitante all’anno (la media regionale è di oltre i 270 kg/ab – era di 380 kg/ab solo nel 2008). 

Tra i premiati nella categoria dei Comuni sopra i 25.000 abitanti troviamo, per il quarto anno consecutivo, Fidenza (PR) che registra il minor quantitativo di rifiuti totali smaltiti, seguito da Casalecchio Reno (BO). San Giovanni in Persiceto (BO) vince invece la classifica per la maggior percentuale di raccolta differenziata; Piacenza conferma il primo posto per la miglior raccolta differenziata della carta e Riccione (RN) quello per la maggior quantità di organico raccolto.

San Giovanni in Persiceto si colloca al terzo posto tra i comuni con minor quantitativo avviato a recupero con 131,6 kg/abitante e al secondo posto nella classifica dei comuni sopra i 25.000 abitanti con maggior raccolta differenziata dell’organico con 132,3 kg/abitante.

 

Chiudi articolo

09
ott
Al via l'iniziativa IL RISPARMIO è AL CENTRO

Sabato 10 ottobre 2015 prende il via, presso il Centro di Raccolta di Anzola dell'Emilia, l'iniziativa Il risp...

Leggi Tutto

Sabato 10 ottobre 2015 prende il via, presso il Centro di Raccolta di Anzola dell'Emilia, l'iniziativa Il risparmio è al centro. Il progetto ha lo scopo di incentivare chi porta carta, imballaggi in plastica e lattine al Centro di Raccolta di via Roccanovella, 2. Ogni consegna verrà pesata e registrata e permetterà agli utenti di accumulare uno sconto sulla TARI dell'anno successivo. 

L'iniziativa è rivolta a tutte le utenze domestiche residenti o domiciliate nel territorio comunale di Anzola dell'Emilia. Sono escluse le utenze non domestiche (aziende, negozi, uffici).

Leggi il Regolamento e gli sconti applicabili sul Regolamento.

 

Chiudi articolo

05
ott
Comune di Finale Emilia. Tassa Comunale sui rifiuti anno 2015: nessuna sanzione per i pagamenti oltre il 30 settembre

Si invitano gli utenti a leggere il comunicato del Comune di Finale Emilia:http://www.comunefinale.net/finale-...

Leggi Tutto

25
set
Importi Tari 2015 a confronto. Pubblicati i dati della IX Indagine nazionale sui “Servizi e Tariffe Rifiuti”.

Il C.R.E.E.F. - Centro Ricerche Economiche Educazione e Formazione Federconsumatori ha realizzato un primo rep...

Leggi Tutto

Il C.R.E.E.F. - Centro Ricerche Economiche Educazione e Formazione Federconsumatori ha realizzato un primo report della IX indagine nazionale sui “Servizi e Tariffe Rifiuti”, in cui sono stati presi in esame gli importi della TARI 2015 nelle 90 su 104 città capoluogo che al 30 luglio hanno approvato e reso pubblici i rispettivi regolamenti e tabelle. 

Per i comuni siciliani, con l’approvazione del decreto Enti Locali, è stato consentito un rinvio a settembre per l’approvazione dei bilanci preventivi e della nuova Tari. I restanti comuni, che non hanno deliberato entro il 30 luglio, dovranno applicare le tariffe e il regolamento della Tari dello scorso anno (vedi tabella n. 1 con sfondo grigio le città che non hanno deliberato entro il 30 Luglio).

Anche per la Tari 2015 – che con la Tari 2014 ha sostituito la Tares - si conferma una “giungla tributaria” in cui, a parità di condizioni, emergono forti differenze da città a città non solo in merito all’importo della tassa ma anche relativamente alla qualità del servizio e alla sostenibilità ambientale. 

TARI 2015. 

Considerando il campione delle 89 città in cui sono stati approvati e resi pubblici i regolamenti e gli importi della Tari 2015, per un appartamento di 100 metri quadri con un nucleo familiare di 3 persone, l’aumento medio nel quinquennio 2010-15 è stato del 21,49%, pari a +51 euro, a fronte di un’inflazione nazionale nello stesso lasso di tempo del +7,5% (dato Istat). Ciò significa che l’aumento medio ha raggiunto circa il triplo dell’inflazione. 

Nella classifica delle 10 città più care vediamo in testa Cagliari con una spesa di 497 Euro, con una riduzione rispetto al 2014 di 35 centesimi al metro quadro. Seguono Salerno (468 Euro), Reggio Calabria (465 Euro), Benevento (449 Euro), Napoli (448 Euro), Pisa (407 Euro), Roma (396 euro), Caserta (395 Euro), Asti (394 euro) e Carrara (393 Euro). Le 10 città meno care, invece, sono Vibo Valentia (con una spesa di 157 Euro), Belluno (164 euro), Brescia (173 euro), Verona (190 euro), Trento e Bolzano (192 euro), Cremona (193 euro), Sanluri (196 euro), Pordenone (197 euro) e Ascoli (200 euro). 

La spesa media nazionale riferita alle 104 città campione è di 287 Euro.

Con un valore medio di Tari 2015 pari a 181 euro il bacino di Geovest (vedi tabella n. 1 con sfondo verde), se fosse una provincia italiana, si collocherebbe al centesimo posto su 104 a livello nazionale.

Segue confronto Tari, sempre calcolata per una famiglia di 3 persone in un appartamento di 100 metri quadrati, tra i singoli comuni del bacino di Geovest (colonne arancioni) ed altri tra le provincie di Bologna e Modena di altri gestori (colonne grigie).

 

Chiudi articolo

09
set
Chiusura del centro di raccolta di Anzola dell'Emilia martedì 15 settembre 2015

Si comunica che nella giornata di martedì 15 settembre 2015 il centro di raccolta dei rifiuti di via Ro...

Leggi Tutto

Si comunica che nella giornata di martedì 15 settembre 2015 il centro di raccolta dei rifiuti di via Rocca Novella n° 2 ad Anzola dell’Emilia, resterà chiuso al pubblico per tutto il giorno causa lavori di rifacimento della pavimentazione.

Chiudi articolo

02
set
Pubblicati i nuovi percorsi di educazione ambientale per l'anno scolastico 2015/2016

Riparte per l’anno scolastico 2015/2016 una ricca offerta formativa promossa gratuitamente da Geovest al...

Leggi Tutto

Riparte per l’anno scolastico 2015/2016 una ricca offerta formativa promossa gratuitamente da Geovest alle scuole primarie e secondarie di primo grado.

Nuovissimi percorsi, trenta in tutto sul tema dei rifiuti, dell’energia, dell’aria e del costruire sostenibile per parlare con i ragazzi di come sia corretto porsi nei confronti dell’ambiente e per raggiungere le loro famiglie con messaggi positivi.

Le scuole interessate devono compilare la scheda di adesione entro il 10 ottobre 2015.

I percorsi e la scheda di adesione sono publbicati nella sezione dedicata alle scuole.

 

Chiudi articolo

28
ago
Un nuovo tentativo di truffa a Castel Maggiore

Si spacciano per “dipendenti” di Geovest e visitano di porta in porta alcuni esercizi commerciali ...

Leggi Tutto

Si spacciano per “dipendenti” di Geovest e visitano di porta in porta alcuni esercizi commerciali di Castel Maggiore.

Informiamo che è in corso un tentativo di truffa a danno dei cittadini di Castel Maggiore poiché ci è stato comunicato che nella giornata di martedì 25/08/2015 una signora si è presentata alla porta di un ufficio, in Via Saliceto, chiedendo di effettuare un sopralluogo all'interno dell'immobile per poterne verificare l'effettivo uso.

Non è in corso alcuna attività di sopralluogo, da parte di Geovest, degli immobili al fine di poterne verificare l'effettivo uso.

Invitiamo pertanto gli utenti a diffidare di chi bussa alla porta degli uffici o delle abitazioni o telefona agli utenti, spacciandosi per dipendenti Geovest, a non rispondere alle loro domande e segnalare direttamente i casi sospetti alle autorità competenti chiamando il 112 o 113 o al numero verde aziendale 800-276650 (con chiamata gratuita da rete fissa e da cellulari).

Chiudi articolo

31
lug
Si spacciano per “Tutor” ambientali di Geovest e visitano di porta in porta le famiglie di San Giovanni in Persiceto.

Informiamo che è in corso un tentativo di truffa a danno dei cittadini di San Giovanni in Persiceto poi...

Leggi Tutto

Informiamo che è in corso un tentativo di truffa a danno dei cittadini di San Giovanni in Persiceto poiché nelle giornate di giovedì 30 luglio e venerdì 31 luglio 2015 una signora ha suonato al campanello di alcune utenze residenti in via Donizzetti e in via S. Cristoforo con il pretesto di dare informazioni su modifiche al calendario di raccolta della carta.

Non è in corso alcuna attività informativa da parte di Geovest ed il calendario di raccolta non ha subito variazioni.

Invitiamo pertanto gli utenti a diffidare di chi bussa alla porta delle abitazioni o telefona agli utenti, spacciandosi per tutor, a non rispondere alle loro domande e segnalare direttamente i casi sospetti alle autorità competenti chiamando il 112 o 113 o al numero verde aziendale 800-276650 (con chiamata gratuita da rete fissa e da cellulari).

 

Chiudi articolo

31
lug
Scorta lo scarto: dal 15 settembre sfalci e potature sono accettati al centro di raccolta solo se conferiti personalmente dal cittadino che li produce.

Ci aiuti a garantire un servizio efficiente e giusto. www.geovest.it In alternativa puoi chiedere il riti...

Leggi Tutto

Ci aiuti a garantire un servizio efficiente e giusto. www.geovest.it 

In alternativa puoi chiedere il ritiro a domicilio a pagamento.

Il servizio richiede un contributo, a parziale copertura dei costi, pari a € 70 + iva a viaggio addebitati tramite fattura emessa da Geovest. Il pagamento deve essere anticipato.

Possono usufruire del servizio solo le utenze iscritte e sono esclusi i materiali di origine agricola.

Per ragioni di sicurezza il mezzo non entra nella proprietà privata ed il materiale deve essere depositato su suolo pubblico.

Per prenotare il servizio occorre chiamare il numero verde.

Sicuro di scartare?

Gli scarti verdi sono cibo naturale per le tue piante oppure ottima pacciamatura. 

Riciclali se puoi nel tuo giardino. Chiedi informazioni!

Chiudi articolo

25
lug
Siamo presenti con un punto informativo

Sabato 25 e domenica 26 luglio dalle ore 19 alle ore 23 in occasione della fiera di Nonantola siamo presenti p...

Leggi Tutto

Sabato 25 e domenica 26 luglio dalle ore 19 alle ore 23 in occasione della fiera di Nonantola siamo presenti per dare informazioni sulla raccolta differenziata, sulle modalità di organizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti, distribuire gli imbuti per la raccolta dell’olio vegetale esausto, e tanto materiale informativo sull’andamento delle raccolte, il rifiutologo, i calendari di conferimento rifiuti nelle varie zone della città.

Accanto a tutto questo, anche brochure e spiegazioni in diverse lingue: italiano, inglese, francese e arabo.

Il punto informativo si svolge all'interno della tenda della sostenibilità ed è situato in zona Abbazia di Nonantola.

Chiudi articolo

08
lug
Premiati quattro Comuni del bacino di Geovest al concorso "Comuni Ricicloni"

Si è svolta ieri la cerimonia di premiazione della edizione 2015 del Concorso “Comuni Ricicloni&r...

Leggi Tutto

Si è svolta ieri la cerimonia di premiazione della edizione 2015 del Concorso “Comuni Ricicloni”, ideato da Legambiente e patrocinato dal Ministero per l’Ambiente, che premia le comunità locali, gli amministratori e i cittadini che hanno ottenuto i migliori risultati nella raccolta e gestione dei rifiuti.
Sono 1.520 i comuni campioni nella raccolta differenziata dei rifiuti, per quasi 10 milioni di abitanti, il 16% dell'Italia che oggi ricicla e differenzia i rifiuti alimentando l’industria virtuosa del riciclo e del riuso.
Ma veniamo ai “campioni dell’Emilia Romagna” sulla base della raccolta media del 2014: le classifiche sono stilate in base al punteggio conseguito da ogni singolo comune in base all’indice di “buona gestione” che rappresenta un “voto” alla gestione dei rifiuti urbani nei suoi molteplici aspetti: recupero di materia, riduzione del quantitativo di rifiuti prodotti, sicurezza dello smaltimento ed efficacia del servizio.
Tra i primi classificati sono ben 4 i Comuni del bacino di Geovest che occupano la classifica dei Comuni sopra i 10.000 abitanti: Nonantola, San Giovanni in Persiceto, Crevalcore e Anzola dell’Emilia. Questi ultimi due comuni entrano in classifica per la prima volta grazie ai risultati dell’attivazione delle raccolte domiciliari del rifiuto indifferenziato e ad una riorganizzazione del rifiuto organico nei centri abitati che hanno portato ad un aumento della percentuale di raccolta differenziata nel 2014 pari a 14,2 punti per il Comune di Anzola dell’Emilia e a 18,5 punti per il Comune di Crevalcore.

L’Amministratore Unico di Geovest Florio Cavani esprime la sua soddisfazione per i risultati raggiunti ed in particolare per la presenza dei 4 comuni del bacino che rappresentano oltre il 30% della classifica regionale nella categoria “Comuni sopra i 10.000 abitanti”.
I Comuni Ricicloni quest'anno sono 192 in più e raggiungono la cifra di 1.520 municipi distribuiti in gran parte nel Nord-Est del Paese (Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige sono le regioni con la più alta concentrazione di Comuni Ricicloni), con la novità della sostanziosa crescita delle località del Centro-Sud che vede aumentare i comuni virtuosi dal 18 al 25% del totale nazionale. Crescono in particolare nelle Marche e in Campania: segno evidente che cambiare e innovare, anche in pochi mesi, è possibile e vantaggioso.
Con l'eccezione del Triveneto, le regioni del Nord Italia non brillano più: Lombardia e Piemonte sono abbondantemente surclassate dalle Marche e dalla Campania e tallonate da vicino dall'Umbria.
Il dossier completo è disponibile su www.ricicloni.it.
Durante la premiazione di Comuni Ricicloni 2015, Legambiente ha lanciato il Manifesto per un’Italia rifiuti free che contiene dieci proposte per un’Italia libera dell’emergenza rifiuti. Per approfondimenti www.legambiente.it.

Chiudi articolo

01
lug
Parte oggi a Sala Bolognese il nuovo servizio di raccolta domiciliare del rifiuto indifferenziato

Parte oggi il nuovo servizio di raccolta domiciliare del rifiuto indifferenziato che l’Amministrazione C...

Leggi Tutto

Parte oggi il nuovo servizio di raccolta domiciliare del rifiuto indifferenziato che l’Amministrazione Comunale, insieme a Geovest, ha deciso di estendere a tutti i centri abitati di Sala, Padulle, Osteria Nuova, Bagno di Piano e Bonconvento.
La raccolta ha modalità analoghe al servizio porta a porta già presente per carta e imballaggi in plastica e l’introduzione del servizio mira a ridurre l’impatto ambientale e a risparmiare nella gestione dei rifiuti consapevoli che le norme pongono come prioritarie le azioni di riduzione dei rifiuti.
Le modalità organizzative del servizio sono state comunicate attraverso il passaggio nelle case di incaricati appositamente formati da Geovest. Buona è stata l’accoglienza e la disponibilità all’ascolto da parte degli utenti. I tutor hanno contattato n. 2.467 utenze domestiche e n. 189 utenze non domestiche rilevato un clima positivo rispetto alla nuova proposta.
Il passaggio è stato occasione per svolgere una indagine sulla qualità dei servizi di raccolta dei rifiuti e sulla gestione del Centro di Raccolta di via Gramsci. Su un totale di 2.435 interviste circa il 70% attribuisce un giudizio tra buono e ottimo ai due servizi.

Come giudica il servizio di raccolta dei rifiuti?

Come giudica il servizio ricevuto presso il Centro di Raccolta?

Per consultare le regole del servizio e conoscere le date di raccolta leggi il calendario 2015.

E' ancora in corso la fase di ditribuzione dei contenitori presso le abitazioni delle utenze. Il servizio è da considerarsi quindi attivo a partire dalla ricevimento del contenitore rigido da 40 litri. I cassonetti stradali del rifiuto indifferenziato saranno rimossi dal suolo pubblico a partire dal 20 luglio.

 

Chiudi articolo

26
giu
Firmato il Protocollo d’Intesa per l’attuazione del Piano d’Azione dell’Energia Sostenibile (PAES)

Il 22 giugno 2015 Geovest ha sottoscritto con i Comuni di Terre d’Acqua ed altre Associazioni ed Enti de...

Leggi Tutto

Il 22 giugno 2015 Geovest ha sottoscritto con i Comuni di Terre d’Acqua ed altre Associazioni ed Enti del territorio, il Protocollo d’Intesa per l’attuazione dei Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES).
Il Protocollo definisce e articola le modalità di collaborazione tra i Comuni e i soggetti interessati alla realizzazione delle azioni del PAES.

I sottoscrittori del Protocollo ritengono, come indicato dall’Unione Europea, che le comunità locali siano il contesto in cui è maggiormente utile agire per realizzare una riduzione delle emissioni clima alteranti e una diversificazione dei consumi energetici e inoltre che queste rappresentino il luogo ideale per stimolare gli abitanti ad un cambiamento delle abitudini quotidiane in materia ambientale ed energetica, al fine di migliorare la qualità della vita e del contesto urbano.
Gli impegni che vedranno l’attuazione attraverso accordi attuativi sono:
•    istituzione di uno sportello energia dei Comuni come punto di riferimento per la diffusione delle informazioni e delle opportunità in merito al risparmio energetico
•    costruzione di un tavolo di coordinamento per il monitoraggio costante e l’implementazione di politiche di risparmio/efficientamento energetico rivolte alle PMI
•    sostituzione delle coperture/tetti in amianto dei privati o aziende con impianti fotovoltaici o coibentazioni per il risparmio termico
•    realizzazione di una campagna di analisi termografiche in edifici pubblici e privati
•    ricognizione sistemi di riferimento cartografici in uso
•    istituzione di un laboratorio permanente partecipativo con cittadini e associazioni per dare gambe alle azioni emerse nel percorso partecipato fatto nel PAES
•    collaborazione con Insegnanti e Dirigenti Scolastici affinché la tematica energetica sia contemplata all’interno del POF
•    realizzazione di un censimento e monitoraggio delle biomasse agricole, industriali o legnose disponibili nel comprensorio di Terre d’Acqua
•    organizzazione di incontri di sensibilizzazione degli Amministratori di condominio
•    costituzione di un tavolo di lavoro tecnico politico che ha il compito di pianificare e gestire a livello sovra comunale la mobilità sostenibile
La firma del 22 giugno segna la prosecuzione di un cammino già avviato dal 2012 con l’adesione da parte dei Comuni al “Patto dei Sindaci”, che è una iniziativa volontaria rivolta alle città ed ai territori europei per contribuire al raggiungimento degli obiettivi di contrasto ai cambiamenti climatici, e alla successiva approvazione dei Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES).
All’atto di sottoscrizione erano presenti oltre ai Sindaci dei comuni di Terred’acqua, Alberto Zanni, presidente di Confabitare, Mauro Grazia, presidente del Collegio dei Periti Industriali e Periti Industriali laureati, Leonardo Fornaciari delegato a rappresentare Ance Bologna, Enrico Dotti, delegato a rappresentare Geovest, Letizia Lotti, presidente del Collegio dei Periti Agrari Laureati della Provincia di Bologna, Carlotta Ranieri delegata a rappresentare il Cna Bologna.

Chiudi articolo

19
giu
Possibili disagi e/o ritardi nell'esecuzione di alcune raccolte

Geovest avvisa i gentili utenti che a causa dello “stato di agitazione” proclamato dalle OO.SS. di...

Leggi Tutto

Geovest avvisa i gentili utenti che a causa dello “stato di agitazione” proclamato dalle OO.SS. di una impresa fornitrice di servizi di raccolta dei rifiuti urbani nel periodo compreso tra i giorni 15 e 24 del corrente mese di giugno si potrebbero verificare eventuali disagi e/o ritardi nell’esecuzione di alcune raccolte.
Ci scusiamo del disagio arrecato alla cittadinanza.

Chiudi articolo

15
mag
Chiusura dei Centri di Raccolta

Si informano gli utenti che nelle giornate di martedì 26 maggio e martedì 9 giugno i Centri di R...

Leggi Tutto

Si informano gli utenti che nelle giornate di martedì 26 maggio e martedì 9 giugno i Centri di Raccolta saranno chiusi l'intera giornata per la partecipazione degli addetti ad un corso di formazione.

Chiudi articolo

22
apr
I servizi di raccolta degli imballaggi in plastica del 1 Maggio

Nella zona FORESE del Comune di Argelato e nella zona 3 del Comune di Nonantola nel giorno venerdì 1 ma...

Leggi Tutto

Nella zona FORESE del Comune di Argelato e nella zona 3 del Comune di Nonantola nel giorno venerdì 1 maggio del calendario delle raccolte non viene riportata la data di raccolta degli imballaggi in plastica mentre invece il servizio è da considerarsi attivo e sarà regolarmente eseguito.

Chiudi articolo

14
gen
Accesso ai Centri di raccolta di Finale Emilia e Massa Finalese

Con l’attivazione del servizio porta a porta è cominciata la distribuzione delle nuove tessere pe...

Leggi Tutto

Con l’attivazione del servizio porta a porta è cominciata la distribuzione delle nuove tessere per l’accesso ai Centri di raccolta comunali. Dal 12 gennaio sono stati installati i nuovi lettori all’ingresso dei CDR. Questi lettori funzionano solo con le nuove tessere. Nonostante questo, le vecchie tessere potranno essere utilizzate fino al 31 marzo 2015. Nel frattempo, sta proseguendo  la distribuzione delle nuove tessere, a domicilio tramite i tutor GEOVEST o via posta. Chi non avrà ricevuto la nuova tessera antro il 10 marzo 2015, potrà farne richiesta al NUMERO VERDE o recarsi presso lo sportello Geovest, in piazza VERDI a Finale Emilia.

Chiudi articolo

28
nov
San Giovanni in Persiceto sale ancora sul podio dei Comuni Ricicloni

San Giovanni in Persiceto sale sul podio dei “Comuni Ricicloni” per la seconda volta nel 2014: dop...

Leggi Tutto

San Giovanni in Persiceto sale sul podio dei “Comuni Ricicloni” per la seconda volta nel 2014: dopo la premiazione a livello nazionale del luglio scorso segue quella a livello regionale.
Giovedì 27 novembre Legambiente ha consegnato a Comacchio i premi della VII edizione dei “Comuni Ricicloni Emilia Romagna” che individua i migliori risultati conseguiti dalle amministrazioni comunali in tema di gestione dei rifiuti urbani.
Tra i premiati nella categoria dei Comuni sopra i 25.000 abitanti, si riconferma per il terzo anno consecutivo San Giovanni in Persiceto che riconferma il triplo piazzamento dello scorso anno posizionandosi al secondo posto come minor quantitativo di rifiuti totali smaltiti (130 Kg/abitante) e primo per maggior percentuale di raccolta differenziata (75,49%)  e miglior raccolta dell’organico (129 kg per abitante).
“Persiceto si è riconfermato per l’ennesima volta un comune virtuoso nell’ambito della raccolta differenziata – dichiara Paolo Balbarini, assessore alle Politiche ambientali presente alla premiazione in rappresentanza dell’amministrazione comunale di San Giovanni – e questo importante risultato, di cui siamo orgogliosi, è frutto della collaborazione fra interlocutori diversi come amministrazione comunale, gestore dei servizi (Geovest) e cittadini. Per questo vorrei ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a raggiungere questi obiettivi, ribadendo la necessità di continuare insieme su questa strada”.

Chiudi articolo

28
ago
Geovest ritorna a scuola! I progetti per l'anno scolastico 2014-2015

Dopo il grande successo delle scorse edizioni, con il nuovo anno scolastico ripartono le proposte di educazion...

Leggi Tutto

Dopo il grande successo delle scorse edizioni, con il nuovo anno scolastico ripartono le proposte di educazione ambientale rivolti alla scuola primaria e alla scuola secondaria di primo grado.

Rispetto alle ultime edizioni l’offerta formativa per il 2014-15 si arricchisce di ulteriori nuove proposte sia per la scuola primaria che per la secondaria di primo grado, dedicate al tema dell’ambiente e di un nuovo percorso sul consumo energetico degli edifici che si prefigge di indicare le soluzioni possibili per abbattere il fabbisogno di fonti fossili. Il panorama delle iniziative educative prevede 25 progetti in tutto.

L’offerta è gratuita. 

Per inviare la richiesta di partecipazione ai percorsi è necessario compilare la scheda e inviarla entro il 4 ottobre 2014. Non saranno accolte le richieste che arriveranno oltre tale data.

Seguono in allegato le schede dei progetti.

Chiudi articolo

24
lug
I percorsi di educazione ambientale nelle scuole per l'anno scolastico 2014-2015

A settembre 2014 riprenderanno i percorsi di educazione ambientale sul tema dei rifiuti e delle energie rinnov...

Leggi Tutto

A settembre 2014 riprenderanno i percorsi di educazione ambientale sul tema dei rifiuti e delle energie rinnovabili che Geovest propone alle scuole primarie e secondarie di primo grado nella speranza di contribuire a creare una cultura ambientale solida nelle nuove generazioni ed anche di riuscire a raggiungere con messaggi positivi le famiglie a cui i ragazzi riportano le proprie esperienze scolastiche.

A partire dai primi giorni di settembre i percorsi saranno pubblicati sul sito di Geovest nella sezione Geovest informa, e sarà possibile scaricare la scheda di adesione ai progetti.

Chiudi articolo

14
lug
COMUNI RICICLONI 2014 premia San Giovanni in Persiceto e Nonantola per l'indice di buona gestione

Consegnati il 9 luglio a Roma i premi della XXI edizione di “Comuni Ricicloni”: è...

Leggi Tutto

Consegnati il 9 luglio a Roma i premi della XXI edizione di “Comuni Ricicloni”: è nella graduatoria stilata sulla base dell’indice di buona gestione che San Giovanni in Persiceto e Nonantola conquistano rispettivamente ilterzo e il quarto posto nella classifica regionale sopra i 10.000 abitanti.

In Italia sono 1.328 i campioni nella raccolta differenziata dei rifiuti, il 16 per cento dei comuni per un totale di 7,8 milioni di cittadini che hanno detto addio al cassonetto, pari al 13,7 per cento della popolazione nazionale che oggi ricicla e differenzia i rifiuti alimentando l’industria del riciclo e quindi laGreen Economy (150 mila posti di lavoro). Per accedere alle classifiche i comuni devono aver raggiunto l’obiettivo di legge del 65 per cento di raccolta differenziata. La classifica è poi costruita attraverso un indice di buona gestione dei rifiuti urbani: quest’anno per la prima volta i “primi della classe” sono almeno uno per ogni Regione d'Italia, con l'unica eccezione della Valle d'Aosta.

In Emilia Romagna sono 19 i comuni ricicloni 2014 su 341 della regione e rappresentano solo il 5,6%. Questi comuni hanno raggiunto l’obiettivo di legge del 65 per cento di raccolta differenziata. Ma, oltre la percentuale di raccolta differenziata, c’è l’indice di buona gestione dei rifiuti urbani!

 

La normativa comunitaria e nazionale indicano come la gestione dei rifiuti urbani in un determinato ambito territoriale debba essere valutata non solo in base alla percentuale di raccolta differenziata, ma considerando anche altri fattori tra i quali la riduzione della quantità totale di rifiuti prodotti, lasicurezza dello smaltimento e l’efficacia del servizio. Ad esempio nel caso di un Comune con buona percentuale di raccolta differenziata ma elevata produzione pro capite totale di rifiuti, scarsa raccolta dei rifiuti urbani pericolosi e assenza di una piattaforma ecologica, non si può trascurare come gli ultimi tre fattori siano altamente sfavorevoli. A partire dall’edizione di Comuni Ricicloni 2004 è stato quindi introdotto l’indice di buona gestione, che rappresenta un “voto” alla gestione dei rifiuti urbani nei suoi molteplici aspetti:recupero di materia, riduzione del quantitativo di rifiuti prodotti, sicurezza dello smaltimento, efficacia del servizio.

Maggiori approfondimenti sull’indice di buona gestione sono disponibili sul sito www.ricicloni.it 

Chiudi articolo

16
giu
E' partita anche a Castel Maggiore la raccolta dell'olio esausto vegetale

 Da poche settimane a Castel Maggiore è partita la raccolta dell’olio alimentare esausto (ol...

Leggi Tutto

 

Da poche settimane a Castel Maggiore è partita la raccolta dell’olio alimentare esausto (olio di frittura, avanzo dei vasetti di prodotti sott’olio, strutto).
L’olio alimentare esausto si utilizza, dopo un processo di rigenerazione e riciclo, come lubrificante biodegradabile per attrezzature agricole e macchine da movimento terra, dove è importante anche che eventuali perdite dai macchinari non siano inquinanti per il suolo o le falde acquifere.


L’olio alimentare non deve essere versato nel lavello, in quanto appesantisce il ciclo di depurazione delle acque rendendolo più costoso, se sparso nel suolo impedisce l’assunzione delle sostanze nutritive da parte della flora e inquina il mangime degli animali, se disperso in uno specchio d’acqua, forma una pellicola inquinante che impedisce l’ossigenazione di flora e fauna.

Geovest, in collaborazione con la Ditta Panini di Modena, ha realizzato la raccolta separata dell’olio alimentare esausto, disponendo sul territorio bidoni appositi, collocati in diversi punti del centro abitato (vedi l'elenco).


In questi bidoni si può conferire, ben chiuse e piene,  le comuni bottigliette in plastica che riutilizziamo in casa, riempite di olio alimentare freddo, utilizzando l’imbuto arancione distribuito gratuitamente presso il Centro di Raccolta.


Buona frittura!

Chiudi articolo

Scopri anche


Contatti

Via dell'Oasi, 373 Località Beni Comunali Crevalcore (Bo) 40014